PROCESSIONE VENERDI SANTO, SORTEGGIATI I TRINITARI NELLA SALA ROSSA

Come ogni Lunedi Santo, secondo secolare tradizione, nella sala Rossa di vico dell’Ospedale, nel cuore storico di Sulmona, contemporaneamente ai lauretani, sono state assegnate le mansioni che ricopriranno i componenti dell’Arciconfraternita della Santissima Trinità durante la Processione del Venerdi Santo. Prima un momento di raccoglimento e preghiera, dedicato ai confratelli scomparsi, poi l’intervento del rettore, Antonio Di Nino, il quale ha ricordato, senza accenni a polemiche, che quest’anno il percorso della processione tornerà all’antico: da piazza Garibaldi, attraversando Largo Faraglia e piazza Minzoni, dopo quattro anni si tornerà a salire lungo piazza Plebiscito, proseguendo verso la chiesa di S.Maria della Tomba, per fare ritorno da via Serafini lungo corso Ovidio fino alla chiesa della SS.Trinità da dove all’imbrunire la Processione del cristo Morto prenderà le mosse. Poco prima delle 19.30 è cominciata l’estrazione: momento clou per i trinitari,  carico di suspense e di emozioni in crescendo fino all’esplosione della gioia, con abbracci e grida di contentezza al pronunciare dei nomi tirati fuori dall’urna. I bambini, emozionati, hanno estratto a sorte i bussolotti dall’antica urna di legno, davanti al capo sacrestano Gianluca Di Bacco e ai componenti dei vertici dell’Arciconfraternita, scegliendo, dunque, tra applausi e salti di gioia, i nomi che comporranno le due quadriglie per la processione di Venerdi Santo.

A portare la bara del Cristo Morto nella prima quadriglia: Carlo Mosconi, Alessandro Del Signore, Marco Turchetti, Giovanni Malvestuto. Per la seconda quadriglia sono stati sorteggiati: Arnaldo Polce, Salvatore Venti, Giuseppe Ciotti, Cosimo Aquaro. Porteranno la statua della Madonna Addolorata: Angelo Trovarelli, Sergio Iovita, Guido Ciotti, Paolo Casciani; Tonino Marinucci, Flavio De Filippo, Daniele Colangelo, Pierfrancesco Carrozza. I tre tronchisti che si alterneranno saranno Danilo Cinotti, Giuseppe Colangelo, Ettore Paolantonio. I mazzieri: Antonio Cacace, Domenico Mancini, Giuseppe Fuggetta, Lucio Silvestri.  La Croce lignea sarà portata da Antonio Verrocchi. 

foto00 foto1 foto2 foto3 foto4 foto6

foto10 foto11 foto12 foto13 foto14 foto15

I TRONCHISTI

foto20

CAPO SACRESTANO CON QUADRIGLIA BARA CRISTO MORTO

foto21

IN BASSO SECONDA QUADRIGLIA PER LA BARA

foto22

IN BASSO: PRIMA QUADRIGLIA STATUA MADONNA ADDOLORATA

foto23 foto24 foto25 foto26