“CITTA’ VIVA”, FESTA ALL’OVIDIUS PER DIECI ANNI DI SUCCESSI

Dieci anni da festeggiare e tutti da ricordare. E’ stata festa ieri sera, nei locali dell’albergo-ristorante Ovidius, per l’associazione culturale “Città viva” nata nel 2006 ad opera di Antonio Santacroce e di un gruppo di giovani che fin dal primo momento hanno promosso iniziative culturali ma anche di intrattenimento. “La prima esperienza è stata quella di seguire la nazionale di calcio nei mondiali del 2006, allestendo un maxischermo in piazza Garibaldi, con posti a sedere, per assistere alle partite degli azzurri poi diventati campioni del mondo – ha ricordato Santacroce – poi sono venute altre iniziative importanti, in particolare la Notte bianca ed un convegno sui problemi dei giovani, con l’intervento autorevole dell’allora ministro Giorgia Meloni”. Altro successo dei giovani di Città viva è stato “Tipicamente Sulmona”, una rassegna dedicata alle tipicità della gastronomia locale. A Città viva si deve l’organizzazione di kermesse in discoteca, dedicate ad un pubblico esclusivamente giovane. “Abbiamo sempre lavorato con impegno e sforzo personale, in spirito di totale volontariato al servizio della città e del comprensorio – ha precisato Santacroce – il nostro obiettivo è quello di ridare vivacità a questa città e al Centro Abruzzo, pensando soprattutto ai giovani che spesso sono costretti ad abbandonare Sulmona, in cerca di occupazione e vivendo questa città come immobile e priva di spirito di intraprendenza”. Città viva si ripromette nuove iniziative. L’ultimo successo, per il momento, è stata la produzione di un dvd dedicato alle tradizioni della Settimana santa sulmonese. “Guardiamo avanti ma anche noi vogliamo fare la nostra parte per valorizzare tradizioni che da sempre attraggono turismo e interesse verso la nostra città e sono patrimonio dell’intero Abruzzo” ha concluso Santacroce, ringraziando i giovani che da dieci anni collaborano in attività che hanno sempre riscosso l’apprezzamento del pubblico.