TEATRO SENZA MEDICO, E’ POLEMICA. LA CAMERATA MUSICALE ACCUSA

Il teatro comunale senza medico a posto fisso, come previsto, e senza riscaldamento. I vertici della Camerata Musicale, sottolineando la disponibilità del Comune nel concedere le strutture, rimarcano l’impreparazione dell’ente nel fronteggiare le emergenze, come è avvenuto domenica scorsa quando il pianista Nazzareno Carusi si è sentito male prima di cominciare il concerto. “Domenica sera è stato un campanello di allarme” afferma Antonio Tanturri il presidente della Camerata Musicale “che ha dimostrato l’inadeguatezza del Comune, in platea, nonostante sia previsto, non è mai presente il medico di servizio e neanche il direttore del teatro. Forse anche gli operatori della cooperativa operano senza un adeguato contratto. Inoltre, gli ambienti, domenica pomeriggio, in particolare il palco, era particolarmente freddo, una situazione che probabilmente ha influito sul malore del musicista”. Domenica a teatro erano presenti circa 350 spettatori e a prestare i primi soccorsi sono stati alcuni componenti del direttivo della Camerata Musicale, e i medici Paolo Spigliati, Alicia Colasanti e Cesidia Chiocchio. Il direttore artistico della Camerata Musicale, Gaetano Di Bacco, infine, ha sottolineato che il concerto di Carusi sarà replicato ma chi vorrà potrà richiedere il rimborso del costo del biglietto oppure un bonus per assistere a un altro concerto della Camerata.

IN BASSO LA LETTERA DI RINGRAZIAMENTO DA PARTE DEL PIANISTA INDIRIZZATA ALLA CAMERATA MUSICALE SULMONESE

LETTERA1

 

 

Available for Amazon Prime