AL “CANIGLIA” PIANISTA COLTO DA MALORE ALL’INIZIO DEL CONCERTO

E’ riuscito appena a sedersi allo sgabello del pianoforte, ponendo le mani sulla tastiera che il giovane pianista abruzzese Nazzareno Carusi è stato colto da malore, impallidendo. E’ accaduto oggi pomeriggio sul palco del Teatro comunale Caniglia, pochi minuti dopo l’ingresso del pianista, atteso per il suo concerto, in cartellone per la stagione della Camerata Musicale Sulmonese e dedicato al pianista russo Svjatoslav Richter, nel centenario della nascita e in ricordo di una sua esibizione tenuta a Sulmona. “E’ impallidito, si è alzato rapidamente dal pianoforte ed è riuscito a raggiungere il camerino. Il pubblico è rimasto chiaramente colpito e ammutolito da questa scena”, secondo la testimonianza di Gaetano Di Bacco, direttore artistico della Camerata Musicale. Prontamente sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 con medici e infermieri per il primo soccorso all’artista, immediatamente trasportato in ospedale per gli accertamenti del caso. Le sue condizioni non desterebbero preoccupazione, secondo le primissime informazioni. Il concerto è stato rinviato a data da destinare.

Available for Amazon Prime