LA “OVIDII TABERNA” CHIUDE I BATTENTI CON GRANDE SUCCESSO

Oltre tremila sono stati dal 15 dicembre scorso i visitatori della Ovidii Taberna, con la collezione di duecento libri, pubblicati dal 1500 ad oggi, dedicati ad opere di Ovidio, che ieri sera ha chiuso i battenti a palazzo Sanità. Nei soli giorni di Natale e Capodanno circa cinquecento sono stati i visitatori della mostra, provenienti da ogni parte d’Italia ma anche dall’estero. “La mostra con l’attenzione di pubblico riscossa ha dimostrato la grande potenzialità ancora inespressa di cui è capace la cultura di questa città e del comprensorio – ha sottolineato Anna Berghella, presidente della Dmc Cuore dell’Appennino che ha promosso l’evento – la mostra di questa collezione di libri, acquistata da Comitato Abruzzo, ha fatto riscoprire, conoscere e amare Ovidio ai turisti e innanzitutto ai nostri concittadini, rimasti estasiati dalla bellezza di questi libri da poter toccare e sfogliare”. La collezione di libri ovidiani sarà collocata nel prossimo futuro nello Spazio Ovidio, nell’edificio dell’ex convento di S.Caterina, che verrà allestito entro l’anno. Un antico volume, di epoca quattrocentesca, sarà restaurato con i proventi di una colletta che sarà avviata in questi giorni tra i cittadini sulmonesi. “Guida preziosa della mostra è stata Chiara Buccini, giornalista della Omnia Uffici Stampa&Comunicazione, che ha condotto per mano i visitatori lungo l’itinerario ideale disegnato dalla presenza di questi libri – ha continuato Anna Berghella – come pure preziosi e di successo sono stati gli incontri culturali pomeridiani promossi nell’ambito della mostra, con conferenze sull’opera di Ovidio, sui suoi significati e la declamazione di versi tratti dalle maggiori opere del poeta”.  E a proposito di riscoperta dell’opera ovidiana e di eventi di cultura Chiara Buccini ha rilevato come “in questa città è essenziale la programmazione degli eventi”. Attrattiva della mostra hanno rappresentato anche i gadget ovidiani, preparati da Monticelli e Pagone, come lo stilo di Ovidio, la tavola di cera, le spille e i cuori di zucchero con versi ovidiani. E ieri sera, nella cerimonia di chiusura della mostra è stato presentato il cocktail ovidiano preparato dal Caffè Ovidio. Insieme a imprenditori, componenti di associazioni culturali, esperti, volontari protagonisti degli incontri che si sono svolti ogni pomeriggio nella Ovidii Taberna, come spettacolini teatrali, concerti, conferenze, non sono voluti mancare all’appuntamento finale il vice sindaco Luisa Taglieri, Fabio Spinosa Pingue, componente della Giunta della Camera di Commercio dell’Aquila, Roberta Salvati, consigliera comunale e provinciale, Gabriele Gravina, neopresidente Lega Pro. Gran finale affidato agli attori Pasquale Di Giannantonio e Sara Di Sciullo, i quali hanno declamato versi tratti da Amores e Tristia.

FOTO2

FOTO1

FOTO3

FOTO4

FOTO5

FOTO11FOTO8FOTO6FOTO9

FOTO14

 

 

Available for Amazon Prime