NO SNAM, COMITATI PRONTI AL SIT-IN DAVANTI OSPEDALE. RIPRENDE IL PRESIDIO A PALZZO SAN FRANCESCO

Sono pronti al sit-in i comitati ambientalisti sulmonesi, come lo erano il 31 dicembre in occasione dell’inaugurazione, annunciata e rinviata, delle sale operatorie nell’ospedale di Sulmona. Scenderanno, dunque, in piazza sistemandosi alle 9.30 il 5 gennaio davanti il Santissima Annunziata, in occasione del taglio del nastro al piano terra dell’ala nuova del nosocomio, in cui sarà presente il governatore regionale Luciano D’Alfonso. E’ quanto comunicano gli ambientalisti in una nota, dopo una riunione nei locali della Cgil, sostenendo che  “a distanza di 4 giorni dall’incontro con il Presidente della Regione Luciano D’Alfonso, non si conosce ancora quale posizione la Regione Abruzzo intende assumere nei confronti del Governo Renzi”. Chiedono che D’Alfonso incontri i cittadini per confrontarsi sul tema metanodotto e centrale ,annunciando di proseguire “la mobilitazione popolare attraverso il presidio quotidiano della Casa comunale”, riconvocando un’assemblea a palazzo San Francesco prevista per lunedi 4 gennaio alle 17.30. Polemizzano i comitati per aver trovato sbarrata la porta dell’aula consiliare dove avevano intenzione di svolgere la riunione pubblica. Ricordano di aver consegnato un documento ai vertici di Giunta regionale, convinti dell’importanza di un tavolo tecnico istituzionale per trovare un’alternativa del tracciato che sia fuori la dorsale appenninica, chiedendo che “la Regione non ritiri, come invece ha chiesto la Snam, le 7 delibere di Giunta con cui è stata negata l’intesa sulla centrale e il metanodotto; il confronto con il Governo e la Snam, deve riguardare non la sola centrale, ma nello stesso tempo anche  il metanodotto, essendo il progetto unitario;  l’individuazione di possibili alternative non può che avvenire applicando quanto sancito dalla risoluzione della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati del 26 ottobre 2011.”.

 

 

Available for Amazon Prime