SNAM, SLITTA DECISIONE FINALE. NON C’E’ INTESA TRA REGIONE E COMITATI

Slitta la decisione della Presidenza dei Ministri (prevista per oggi) sul progetto della Snam di realizzare la centrale e il metanodotto in Valle Peligna e non c’è intesa tra le parti sulle mosse da mettere in atto nei confronti del Governo. Una delegazione dei comitati ambientalisti sulmonesi, insieme al sindaco Giuseppe Ranalli e ad alcuni consiglieri di minoranza, (Di Benedetto e Lucci) hanno incontrato, questa mattina nella sede regionale dell’Aquila, prima della seduta del Consiglio regionale, il presidente della Regione Luciano D’Alfonso, insieme al suo vice, Giovanni Lolli e all’assessore alle aree interne, Andrea Gerosolimo, dopo le tensioni che hanno caratterizzato la giornata di ieri a palazzo San Francesco, dov’era scattata l’occupazione, con tanto di irruzione nella stanza del sindaco, il quale continuava a ripetere “sono con voi” (clicca).  Il sindaco ha ribadito la richiesta di non calpestare la volontà popolare, espressa dal Consiglio comunale schierato sul fronte del no, come ha riferito egli stesso nel primo pomeriggio in apertura dei lavori in aula consiliare nella seduta dell’assise civica (in corso), spiegando che la Regione, che non si muoverà senza preventiva consultazione del Comune di Sulmona, scriverà al Premier, chiedendo lo stop delle procedure per costruire il metanodotto, intenzionata ad affrontare con il Governo il nodo della centrale, che, invece, sarà valutata nelle sue caratteristiche. Il governatore regionale, come si era intuito ieri dalle parole del primo cittadino nel faccia a faccia con i comitati, con la lettera del 23 dicembre, inviata al sottosegretario alla Presidenza dei Ministro, avrebbe preso tempo, al fine di evitare la decisione finale al via libera che sarebbe scattata con una mancata risposta dell’ente abruzzese. Gli ambientalisti spingono per il confronto tecnico, ribadendo ancora una volta la necessità di un’alternativa al progetto Snam che può essere individuata fuori dalla dorsale appenninica, istituendo quel tavolo tecnico che non è mai stato convocato.

 

Available for Amazon Prime