INTRODACQUA, IL SINDACO ALLA PROCURA: VIA I CANI CHE HANNO AGGREDITO E MORSO IL CINQUANTENNE

Siano allontanati dal territorio di Introdacqua ed ospitati altrove i cani che giovedi scorso hanno aggredito un cinquantenne sulmonese. A chiederlo è stato il sindaco Terenzio Di Censo, con un esposto alla Procura della Repubblica di Sulmona. Il sindaco ricorda di aver già emesso ordinanza destinata al proprietario dei cani che hanno aggredito il cinquantenne, per il sequestro dei cani stessi. Già in passato gli stessi cani hanno aggredito persone, ricorda ancora il sindaco, dimostrando il proprietario incapacità a gestirli. Per evitare ulteriori episodi simili il sindaco ha chiesto l’intervento dell’autorità giudiziaria per l’allontanamento dei cani. Gabriella Tunno, responsabile del canile comunale, ha dato la propria disponibilità ad ospitare i cinque cani. Intanto due giorni fa l’uomo aggredito, che si era recato in casa del proprietario dei cani per compiere dei lavori, è stato trasferito nell’ospedale dell’Aquila, soffrendo in questi giorni di attacchi di panico. L’uomo, cui sono stati applicati 150 punti di sutura, ha avuto una prognosi di oltre trenta giorni, per le gravi ferite riportate a causa dei morsi dei cani.