SI STACCA UN PANNELLO E DISTRUGGE UNA SCULTURA DEL “PREMIO SULMONA”

Si stacca un pannello di legno e cartongesso e piomba su una scultura in concorso al Premio “Sulmona” in mostra all’ex convento di Santa Chiara.  Fortunatamente in quel momento nessun visitatore si trovava a sostare in quel punto del corridoio, come finora in tanti hanno fatto  per ammirare “L’ultima cena”, tra le 123 opere in esposizione per il premio internazionale di arte contemporanea, altrimenti le conseguenze sarebbero state più gravi. Ad essere stata notevolmente danneggiata finendo schiacciata e spaccata in due sotto il peso del grande pannello precipitato è la scultura in ferro firmata dall’artista peligno Gianni Colangelo in arte Mad. L’opera del valore di 5 mila euro, come spiega egli stesso indignato e con l’animo in subbuglio, non sarà rimborsata in quanto la mostra non è coperta da alcuna assicurazione e, con liberatorie alla mano, gli organizzatori declinano ogni responsabilità. L’artista racconta di essersi precipitato sul posto dopo aver ricevuto una telefonata ieri pomeriggio da un conoscente che lo avvertiva del fatto, sottolineando con l’amaro in bocca di “non aver ricevuto alcun avviso da parte degli organizzatori della mostra riguardo l’accaduto. Non solo per partecipare ad un evento espositivo occorre autotassarsi della cifra di 100 euro” aggiunge “ma si vede (seppur accidentalmente) la propria opera distrutta. Certe cose non dovrebbero accadere in un premio importante come il Premio Sulmona o quantomeno sarebbe opportuno avvisare dell’accaduto in primis il diretto interessato. Questo è il rispetto che si ha dell’arte e della cultura”. Dopo tanti successi fuori dal proprio territorio, il ritorno in patria per l’artista peligna è stato davvero spiacevole.