D’ALFONSO, MESSA IN SICUREZZA DELLA “SANNITE” DA 11 MILIONI E 400MILA EURO

Occorreranno fondi per 11 milioni e 400.000 euro da destinare alla messa in sicurezza della strada regionale 479 “Sannite”, per la prevenzione della caduta massi, nel tratto tra Anversa degli Abruzzi e Villalago. Un primo stanziamento regionale c’è già ed è di 4 milioni 500.000 euro. All’incirca un milione e 200.000 euro, di questo pacchetto di fondi, può essere utilizzato per un primo lotto di lavori. E’ quanto scaturito dall’incontro di questa mattina tra i sindaci dei Comuni di Anversa, Gianni Di Cesare, di Villalago, Fernando Gatta e di Scanno, Pietro Spacone, con il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, il presidente della Provincia, Antonio De Crescentiis e i dirigenti provinciali del settore Viabilità. L’incontro si è svolto nella sede municipale anversana ed ha preceduto il sopralluogo lungo la strada Sannite, nei punti individuati come più pericolosi per la caduta massi nella sede stradale. In tutto i punti a maggior rischio individuati sono una decina ma in totale bisognerebbe fare opera di prevenzione in ben 54 punti. Al riguardo l’ipotesi emersa nell’incontro è quella di fissare sensori nei punti di rischio maggiore per monitorare frequenza e consistenza della caduta massi. La spesa per il monitoraggio consisterebbe in circa trentamila euro per punto. Ma sulle modalità e sui tempi del monitoraggio e poi dell’intervento di prevenzione sia il sindaco di Anversa, Gianni Di Cesare che i rappresentanti delle Riserve naturali di Anversa e Villalago hanno messo tutti in guardia sulla necessità di operazioni compatibili con l’elevato pregio ambientale dei luoghi e con la presenza della fauna protetta, oltre al fatto che l’area delle Gole del Sagittario è anche sito di importanza comunitaria. Qualsiasi rischio portato all’ambiente potrebbe pesare sull’esecuzione dei lavori. Dunque sarà indispensabile la massima condivisione di ogni decisione al riguardo. Il presidente della Regione si è voluto rendere conto di persona della condizione della strada e dei punti di maggior rischio. A margine dell’incontro di questa mattina il presidente del Consiglio comunale di Scanno, Amedeo Fusco, ha inviato una lettera aperta al presidente della Regione, proponendo la candidatura delle Gole del Sagittario, per le loro ricchezze ambientali, a sito patrimonio dell’Unesco. “In questo modo spostiamo l’asse delle decisioni e quindi dei finanziamenti ad altri livelli: quello di Roma e di Bruxelles” spiega Fusco, ricordando che la spesa prevista per i lavori di messa in sicurezza è davvero ingente. “Lavoriamo per fare delle Gole del Sagittario una riserva integrale, un Parco nel Parco, e, nel contempo, pensiamo ad una mobilità alternativa, attraverso due gallerie, i cui studi di fattibilità giacciono ormai da decenni, negli archivi della Provincia dell’Aquila e forse anche della Regione” conclude il presidente del Consiglio comunale di Scanno, auspicando che D’Alfonso “s’innamori di questa idea”.

20150909_094332 copia

20150909_094346

20150909_10365520150909_105434