UN TRAUMA AL TORACE HA PROVOCATO LA MORTE DI CLAUDIA OTTAVIANI

Un trauma toraco-addominale avrebbe provocato un’emorragia interna che ha portato alla morte la trentunenne sulmonese, Claudia Ottaviani, vittima dell’incidente avvenuto nelle prime ore di domenica scorsa, lungo il tratto stradale delle svolte di Popoli. Queste le primissime risultanze dell’autopsia eseguita, ieri, nell’ospedale San Salvatore dell’Aquila dall’anatomopatologo Giuseppe Calvisi. La giovane, in sella al suo scooter, avrebbe perso all’improvviso il controllo del mezzo finendo per urtare con violenza il guard rail. Il durissimo impatto avrebbe segnato il destino della giovane. Resta tutta da accertare però l’esatta dinamica dell’incidente. La Procura della Repubblica esclude che un’auto pirata abbia potuto incrociare lo scooter che scendeva verso Popoli, non essendo stati rilevati segni di frenata sulla strada. Ma non si esclude che un animale selvatico abbia potuto attraversare la carreggiata provocando una manovra brusca e la conseguente sbandata dello scooter. I familiari chiedono che sia fatta piena luce sulla tragica vicenda. Non si spiegano, per cominciare, come mai la salma della ragazza sarebbe stata subito portata via dal luogo dell’incidente. Pare che la decisione di affrettare i tempi del trasferimento della salma, portata nell’ospedale San Salvatore, sia stata motivata dalla necessità di rendere possibile la Cronoscalata, svoltasi proprio su quel tratto di strada, poche ore dopo il tragico fatto.  Ancor più misterioso resta il fatto che non ancora è stato ritrovato né il casco protettivo della giovane né il suo telefono cellulare. Il rito funebre, per la giovane donna, si svolgerà domani, mercoledì 12 agosto, alle 16, nella chiesa di S.Filippo Neri, in piazza Garibaldi.

Available for Amazon Prime