CENTRALE SNAM, LA DECISIONE IL 26 GIUGNO. PELINO “GOVERNO ASCOLTI IL TERRITORIO”

Slitta a venerdi 26 giugno la decisione sulla centrale di compressione gas che la Snam vorrebbe realizzare in località Case Pente a Sulmona. Nell’incontro romano, successivo a quello del 10 giugno scorso (clicca) tra Governo, Snam e attori istituzionali coinvolti nell’iter autorizzativo, i  Comune, Provincia e Regione dovranno esprimersi, in via preliminare, sulla possibile localizzazione alternativa, che proporrà il MiSE incaricato. “Il governo non può ignorare, ogni volta con fermezza sempre maggiore, le legittime rivendicazioni di un territorio contro progetti che ne mettono a rischio sicurezza e tutela ambientale,  mortificando la sua vocazione turistica. Apra una volta per tutte uno spiraglio a una riflessione seria sulle evidenti criticità del progetto della Snam su metanodotto e centrale”.
È l’appello della senatrice Paola Pelino (FI) . “Non è possibile che tutti i rilievi formali, gli atti politici e amministrativi prodotti finora ai veri livelli, compreso una importante risoluzione della commissione Ambiente della camera dei Deputati che istituiva un tavolo tecnico per individuare percorsi alternativi, siano stati, e continuano, ad essere ignorati, al pari dei recenti gravi fatti di cronaca, come l’esplosione dei gasdotti, particolarmente indicativi sul piano dei rischi. Il governo non ascolti solo ciò che viene deciso da una parte”.