AL VIA LA “MAGGIOLATA”: “NOTTE ROSSA” E TANTI EVENTI PER I 60 ANNI DELLA SAGRA DELLE CILIEGIE A RAIANO

Compie 60 anni la sagra delle ciliegie a Raiano. Torna sabato 6 e Domenica 7 giugno la manifestazione che da quest’anno sarà chiamata “Maggiolata”, riesumando il termine originario, che indica l’antica festa che, in tempi remoti, segnava una tappa della “Maggiolata abruzzese”, fatta di canti che intonavano l’allegria della gente dei campi per l’arrivo dell’estate e della fioritura delle messi.  Novità per questa speciale edizione è la  “Notte Rosso Ciliegia”, in programma sabato sera.

Pronta una serie di appuntamenti che coinvolgeranno tutto il paese: mostra di caricature e fumetti ed esposizioni fotografiche, tra cui quella dell’associazione fotoamatori Maia di Sulmona che racconterà momenti di giostra cavalleresca e gli angoli più suggestivi dei paesi peligni. E ancora  laboratori per bambini; stand gastronomici e l’esibizione del gruppo Wap, con dj Francesco Facchinetti.  Evento organizzato, come ormai da un quinquennio, dall’Associazione “Raiano Eventi”, che ha curato la notte rosso ciliegia in collaborazione con i commercianti e le associazioni del paese e con il contributo della Riserva Gole di San Venanzio, che anche quest’anno propone escursioni e visite guidate nei luoghi e per i sentieri della Riserva (consultabili sui siti del Comune di Raiano e www.sagradelleciliegieraiano.it. Per prenotazioni:  info@golesanvenazio.it)

La giornata del 7 giugno, quella centrale della Maggiolata, si aprirà con gli appuntamenti sportivi (torneo primi calci e la passeggiata Nordic Walking nella Valle di San Venanzio, con la 11° edizione della fiera dell’Agroalimentare Peligno. Tra le manifestazioni culturali: “Sulle ali della Poesia”; l’esibizione del coro dei ragazzi della scuola “Lombardo Radice” di Sulmona”; la mostra fotografica;  l’esposizione dei disegni del concorso per le scuole “La Ciliegia”.

Nel pomeriggio, a partire dalle 16, la sfilata dei carri allegorici, arricchita dalla tradizione e folklore dei paesi del comprensorio: i Briganti di Secinaro; il corteo dei costumi di Scanno; gli sbandieratori del Sestiere di Porta Manaresca della Giostra Cavalleresca di Sulmona; una delegazione della rievocazione del rito di Santa Gemma di Goriano Sicoli; il coro Sirente di Castelvecchio Subequo.

Il sindaco Marco Moca e il professor Ottaviano Giannangeli, ideatore e primo organizzatore della Maggiolata, apriranno la cerimonia di premiazione dei carri allegorici, conferendo riconoscimenti al vincitore del  concorso “Balconi Rosso Ciliegia”, alla sua prima edizione. Spazio anche per   una selezione di vini amatoriali, nell’ambito della manifestazione “Le Uve dei Peligni”, che si concluderà a Pratola Peligna il prossimo 10 agosto. La Maggiolata si concluderà con lo spettacolo del gruppo “Etnomusicantes”, pensando già da subito all’edizione del prossimo anno.