IN OLTRE VENTIMILA AL RITO DEI SERPARI PER LA FESTA DI SAN DOMENICO A COCULLO (VIDEO)

In oltre 20 mila hanno partecipato questa mattina all’antichissimo e affascinante rito dei Serpari per la festa di San Domenico Abate a Cocullo.Gremitissimo il paese in ogni angolo per il culto che si ripete ormai da secoli con tutta la sua carica di emozioni e suggestioni. Dove le credenze popolari si fondono con la fede cristiana. Decine le troupe televisive arrivate da ogni parte del mondo, tra cui anche una dell’Unesco dopo che Cocullo è ha avanzato la candidatura per ottenere il riconoscimento del rito come patrimonio intangibile dell’umanità. Tutto è andato secondo tradizione. La manifestazione da qualche anno si svolge il primo maggio e non più il primo giovedi del mese, per celebrare il santo patrono del borgo che conta solo 250 anime. San Domenico, protettore dal morso di serpente. Momento clou a mezzogiorno in punto,  quando la vestizione del santo affascina i tantissimi visitatori, studiosi, fedeli che si accalcano vicino la statua del santo che viene ricoperta di serpi ( raccolte nei giorni prima dai serpari). I rettili si attorcigliano intorno al collo del santo, senza coprirne il volto. Sotto lo sguardo attento degli anziani. Segno di presagio positivo. La processione si snoda lungo gli angusti vicoli di Cocullo, tra la folla da cui spuntano migliaia di apparecchi fotografici e smartphone pronti a catturare le suggestive immagini. Nei giorni scorsi la firma del protocollo d’intesa tra il Comune e numerosi soggetti culturali ed istituzionali a sostegno della candidatura. Tutto è filato liscio con grande soddisfazione degli organizzatori: solo qualche problema al casello autostradale con file chilometriche tanto che in molti non sono riusciti ad arrivare in tempo per assistere alla processione. Si sono consolati con gustosi panini con la mortadella e con gli immancabili arrosticini e con le manifestazioni pomeridiane concui si sono conclusi i festeggiamenti in onore di San Domenico in una splendida giornata di sole.  

foto1 foto2

foto6 foto7 foto8 foto9

foto3