RISORGE L’INVERNO E IMBIANCA LA PRIMAVERA

E’ tornato l’Inverno a diciassette giorni dall’ingresso della Primavera. Altro che colpo di coda. Se nel week end della settimana Santa, com’era stato annunciato, il freddo e la pioggia hanno fatto da padroni, scansando quelle miti temperature e i colorati alberi fioriti che avevano fatto assaporare l’illusione del tempo primaverile, la neve è arrivata ad imbiancare montagne e paesi abruzzesi. Prima nell’Alto Sangro, come nel giorno di Pasqua, quando da Roccapia a Roccaraso gli scenari imbiancati erano tipici natalizi, più che pasquali. Poi il maltempo ha invaso il resto d’Abruzzo. Oggi la Valle Peligna si è svegliata con la neve, seppur una spruzzata, e il freddo intenso, quanto basta per far storcere il naso a coloro che avevano già riposto nell’armadio piumini, guanti e cappelli. A Scanno al lavoro gli spartineve, come anche a campo di Giove. Disagi alla viabilità. La colonnina di mercurio e’ ben al di sotto della media stagionale in tutta la regione. Accenni di neve stamattina anche a L’Aquila dove alle 9.30 la temperatura era appena di un grado. Tenui fiocchi bianchi anche a Pescara, ma si sciolgono non appena toccano terra. Situazioni analoghe nel Chietino e nel Tramano. Neve piu’ intensa, ma non abbondante, sopra i mille/mille e duecento metri. Bufera a Campo Imperatore, sul Gan Sasso, dove la minima registrata nella notte e’ stata di meno 8 gradi. Nessun problema per la viabilita’. Il transito veicolare, infatti, e’ regolare ovunque.

foto1