PROCESSIONE CRISTO MORTO, SCELTI I TRINITARI

Come ogni Lunedi Santo,  in contemporanea con i confratelli lauretani, come tradizione vuole, è avvenuto questa sera, nella Sala Rossa di via dell’Ospedaletto, lungo Corso Ovidio, il sorteggio  per assegnare le mansioni durante la processione del Cristo Morto, curata dall’Arciconfraternita della Santissima Trinità. Assente il rettore, Antonio Di Nino, per motivi di salute. A fare gli onori di casa il capo sacrestano Gianluca Di Bacco, tra momenti di raccoglimento e preghiera e attimi di suspance in crescendo. I piccoli trinitari, emozionati, hanno estratto a sorte i bussolotti dall’antica urna di legno, scegliendo, dunque, tra applausi, salti di gioia e abbracci, i nomi che comporranno le due quadriglie per la processione di Venerdi Santo. A portare la bara del Cristo saranno Arnaldo Polce, Salvatore Venti, Carlo Mosconi Angelo Trovarelli. Seconda quadriglia sarà composta da Antonio Cacace, Bruno Spagnoli, Giovanni Malvestuto e Marco Turchetti la seconda. La Statua della Madonna Addolorata sarà portata dalla prima quadriglia formata da  Cosimo Aquaro, Giuseppe Cotti, Sergio Iovita e Paolo Casciani, che si alterneranno a quella composta da Tonino Marinucci, Daniele Colangelo, Pierfrancesco Carrozza e Flavio De Filippo. I tre tronchisti sorteggiati sono stati: Guido Ciotti, Giuseppe Colangelo ed  Ettore Paolantonio. I mazzieri: Lucio Silvestri, Franco Caldarelli e Giuseppe Fuggetta.  La croce lignea sarà portata da Antonio Verrocchi.

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5 foto6 foto7  foto9 foto10 foto11 foto12 foto13 foto14 foto15 foto16 foto17