CONCERTO DEL NOTO COMPOSITORE SULMONESE PAOLO CAVALLONE ALL’ABBAZIA

Chiusura in bellezza per la Camerata Musicale Sulmona che dedica l’ultimo concerto della 62esima stagione concertistica al noto compositore sulmonese, Paolo Cavallone, definito “uno dei più interessanti talenti della scena musicale contemporanea”. Appuntamento è per domenica 22 marzo, alle 17:30, nello splendido Salone Conferenze dell’Abbazia di Santo Spirito al Morrone, in cui si esibiranno importanti musicisti che interpreteranno le varie composizioni di Cavallone dopo una sua breve prolusione: Gaetano Di Bacco (sassofono), Antonio D’Augello (chitarra), Angelo Ottaviani (chitarra) e Pietro Becattini (attore). Sul palco anche il Quartetto Guadagnini (vincitore del Premio Abbiati, il più prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana) composto da Fabrizio Zoffoli (violino), Giacomo Violetti (violino), Margherita Di Giovanni (viola) e Alessandra Cefaliello (violoncello). Il quartetto è stato recentemente ospite su Rai 5 in una trasmissione condotta da Sandro Cappelletto.

 Special guest del concerto il flautista Roberto Fabbriciani, uno dei massimi esponenti della musica di oggi. Fabbriciani ha collaborato con i direttori Claudio Abbado, Luciano Berio, Riccardo Chailly, Peter Eötvös, Gianandrea Gavazzeni, Michael Gielen, Cristóbal Halffter, Peter Maag, Bruno Maderna, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli, Lothar Zagrosek e con le orchestre del Teatro alla Scala di Milano, dell’Accademia Nazionaledi di Santa Cecilia, della RAI, con l’Orquesta Nacional de España, con la London Sinfonietta e molta altre. Inoltre, ha tenuto concerti presso il Teatro alla Scala, la Filarmonica di Berlino, la Royal Festival Hall di Londra, la Suntory Hall di Tokyo, la Sala Cajkowskij di Mosca e Carnegie Hall di New York ed ha partecipato a diversi festival internazionali.

 L’evento è realizzato in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Storici dell’Abruzzo. Per l’occasione la Camerata ha predisposto un servizio navetta gratuito di andata e ritorno che partirà da Piazza Capograssi alle ore 17.

 CHI E’ PAOLO CAVALLONE

Paolo Cavallone (Sulmona, 1975), compositore, pianista e poeta. Suoi brani sono stati eseguiti in Europa, Nord e Sud America e Nuova Zelanda al Teatro Verdi di Firenze; Festival Nuova Consonanza e Nuovi Spazi Musicali; Merkin Hall di New York; Zipper Hall a Los Angeles; Ilott Theatre di Wellington (Nuova Zelanda) e molti altri. Le sue opere, pubblicate da Rai Trade, sono  state radiodiffuse da Radio RAI, Radio New Zealand, Radio Capodistria, Radio da Universidade di Porto Alegre (Brasile), etc. Sue composizioni sono state registrate su CD Albany Records, Tactus, GuitArt, Domani Musica e Suono Sonda. Ha ricevuto commissioni dalla Siemens Foundation, Dilijan Music Series di Los Angeles, Società Barattelli di L’Aquila etc. Paolo Cavallone ha insegnato Elementi di Composizione al Conservatorio “Respighi” di Latina ed è stato invitato, come Professore in Visita di Composizione e Orchestrazione, alla New Zealand School of Music di Wellington (Victoria University, Nuova Zelanda). E’ stato pianista accompagnatore alla University at Buffalo e Collaboratore di Ricerca per il Center for 21st Century Music di SUNY Buffalo (USA). Ha tenuto conferenze sulla sua musica alla Manhattan School of Music, University of Pittsburgh, University of Hartford, McMaster University di Hamilton (Canada), Conservatorio “Santa Cecilia” ed in altri istituti. La sua musica per pianoforte è stata oggetto di seminari alla National Music Conference di Uberlandia (Minas Gerais) in Brasile, Università di Cambridge e al “Performa’11” dell’Università di Aveiro, in Portogallo. Paolo Cavallone ha studiato con Guido Baggiani, Mauro Cardi, Giovanni Carmassi, Azio Corghi, David Felder e Alessandro Sbordoni; all’Accademia di Santa Cecilia e all’Accademia Chigiana, al Conservatorio e all’Università dell’Aquila e alla State University of New York at Buffalo (USA).