RUBY TER, TROVATI SOLDI “CASH” ALLA CIPRIANI

C’è anche la sulmonese Francesca Cipriani tra le ospiti delle serate ad Arcore perquisite ieri nell’ambito delle nuove indagini del Ruby Ter, inchiesta aperta un anno fa e che si avvia alla chiusura.  Nel decreto di perquisizione, si fa riferimento al fatto che “per molti mesi a cavallo tra i due processi” (Ruby e Ruby bis) le ragazze “ricevevano una sorta di stipendio e una non modica liquidazione” da Silvio Berlusconi. Durante le perquisizioni, gli uomini della polizia giudiziaria hanno fatto aprire alla show girl di Sulmona   una cassetta di sicurezza in cui sono stati trovati contanti per diversi migliaia di euro in contanti. “La mia assistita – ha affermato il suo legale, l’avvocato Marco De Giorgio – ha dato piena disponibilità all’apertura della cassetta di sicurezza”. Dall’inchiesta è saltato fuori che l’ex premier  continuerebbe a retribuire le giovani con una sorta di “liquidazione”, come si legge negli atti.