ADDIO AL MAESTRO KOULAKOV, AMICO DELLA VALLE PELIGNA

Si è spento in questi giorni, dopo una lunga degenza nell’ ospedale di Terni, il Maestro Mikhail Koulakov. La scomparsa di questo grande personaggio, russo di nascita, ma residente dagli anni settanta in Umbria e grande appassionato dell’Abruzzo, soprattutto di Pratola, del Monte Morrone e della valle Peligna, costituisce una grave perdita, sia per il mondo della Cultura e dell’Arte che per quello dello Sport e delle Arti Marziali. Ingegno brillante e poliedrico, Mikhail Koulakov, nella sua lunga e intensa vita, è riuscito a contemperare la sua attività di pittore di fama internazionale con quella di scrittore e di martial artist, pioniere e grande interprete in Italia fin dagli anni 70 del Tai chi chuan e degli stili interni del Kung fu. Le sue opere pittoriche, “sapiente equilibrio tra gestualità meditativa, ricerca dello spazio e splendore cromatico” campeggiano nei più importanti musei del mondo, dal Metropolitan di New York all’Hermitage di San Pietroburgo e sono intimamente connesse con la sua grande maestria nelle Arti Marziali.