CENTRODESTRA SI RIORGANIZZA…METTI UNA SERA A CENA

Il centrodestra sulmonese vuole “riarmarsi”, rinserrando i ranghi, per risorgere dopo il colpo subito con il naufragio elettorale di due anni fa e il “tradimento” successivo da parte dell’ex assessore della giunta Federico, Enea Di Ianni che ha deciso di sostenere l’amministrazione comunale Ranalli. Occasione propizia per ritrovarsi, a due anni di distanza dalla fine della giunta di centrodestra, sarà quella di giovedi sera. La recente disdetta poi del “patto del Nazareno” e la rottura Berlusconi-Renzi sembra aver rinvigorito la voglia di politica nell’area moderata. Insieme come un tempo, a cena, in un ristorante cittadino, sarannno allo stesso tavolo l’ex sindaco Fabio Federico, gran parte del gruppo consiliare allora Pdl, gli ex assessori Mauro Tirabassi e Gianni Cirillo, la senatrice Paola Pelino e l’attuale capogruppo azzurro, Luigi La Civita. La cena però stranamente non è stata iniziativa né di Forza Italia né di superstiti del Pdl o di nostalgici del partito del “predellino” poi sciolto dallo stesso Berlusconi. A muovere il centrodestra questa volta sarebbe stato uno dei leader di Casapound, Alberto Di Giandomenico, in odore di alleanza con la Lega di Salvini e pronto a fare la sua parte per unire le anime della coalizione oggi in frantumi restituendo vitalità ad una forza che ora sembra in gravi difficoltà, con scarso peso e rendimento nella vita politica locale. L’obiettivo sarà quindi quello di ritrovare il bandolo della matassa per una incisiva ed efficace politica di opposizione, ma anche propositiva, al centrosinistra oggi al governo della città. “Facciamo appello a tutti coloro che non si riconoscono nel renzismo e nella politica del Pd e della sinistra e che vogliono valorizzare risorse ed esperienze dell’area di centrodestra per restituire speranze concrete alla città e non solo vuote promesse” dicono alcuni tra gli organizzatori dell’incontro, ritrovando la baldanza di un tempo. Non è dato sapere se l’invito a cena sia stato rivolto anche agli ex consiglieri comunali di Rialzati Sulmona, Cristian La Civita e Antonio De Deo che due anni fa sfiduciarono il sindaco Fabio Federico, unendosi all’allora minoranza. E’ certo invece che oltre a Di Ianni a tavola non ci sarà posto nemmeno per gli ex assessori Nicola Guerra e Loris Ramicone, che a Di Ianni avrebbero giurato fedeltà.

Giuseppe Fuggetta