“FONDAZIONE PER IL MORRONE”: SI PREPARANO I PROGETTI INSIEME. VENERDI L’INCONTRO

Mentre i mugugni diventano polemiche e nasce una “questione celestinana”, il comitato promotore finalizzato a realizzare una “Fondazione per il Morrone” va avanti nel proprio intento e, proseguendo la seconda fase, organizza un incontro per avviare una sessione di progettazione partecipata, finalizzata a compilare un database di idee e proposte operative da inserire in progetti che potranno essere finanziati partecipando a bandi pubblici. L’appuntamento (aperto a tutti), in cui si potrà dibattere, è per venerdi 6 febbraio prossimo alle 17.30 nel Soul Kitchen, in Via Alessandro Volta a Sulmona. Durante l’incontro saranno illustrate le idee pervenute a valle dell’avviso pubblicato sul sito dell’associazione, in particolare si discuterà di idee e partnership per la partecipazione ad una serie di bandi legati ad attività di valorizzazione turistica e culturale. Le proposte saranno poi presentate durante la prossima seduta dell’assemblea e pubblicate sul sito web del sodalizio.

Il comitato invita gli interessati a  ” cooperare con “Una fondazione per il Morrone” nel perseguimento degli obiettivi di valorizzazione turistica, storica e culturale dell’area del Morrone, a elaborare e far pervenire idee preliminari sulle seguenti linee di intervento:  Manifestazioni e attività di tipo culturale che abbiano come “protagonista” l’area culturale del Morrone, con riferimento libero ad una o più zone di interesse culturale,  Attività culturali, che coinvolgano principalmente giovani, da inquadrare nell’ambito delle celebrazioni del centenario della Grande Guerra, che mettano in risalto, principalmente, il Campo 78 e il ruolo di questa struttura nell’ambito del primo conflitto mondiale, con particolare riferimento alla presenza dei prigionieri austroungarici; Attività su larga scala, di matrice spiccatamente internazionale, che valorizzino, nell’ambito del tema dell’identità europea, l’area del Morrone, soprattutto in relazione al ruolo svolto dal nostro territorio nell’ambito degli eventi storici che hanno modificato la geopolitica del secolo scorso, inserendo l’area del Morrone in un più ampio contesto di rete; Altre attività di qualsiasi tipologia volte alla riqualificazione e alla promozione dell’area del Campo 78 e più in generale della vasta area del Morrone che comprende, oltre al Campo 78, l’Abbazia Celestiniana, L’eremo di Celestino V e il sito archeologico del Santuario di Ercole Curino.