STRADE AL BUIO, ALZANO LA VOCE I RESIDENTI DI VIALE STAZIONE

Buio pesto da giorni lungo alcune strade di Sulmona, compresa Piazza Garibaldi. Alzano la voce anche i residenti di viale Stazione che, spazientiti, segnalano il disagio dell’assenza di illuminazione pubblica <da troppo tempo> e <senza che nessuno prenda provvedimenti>. Il malcontento è affidato prima ai social network, con tanto di fotografie, poi rimbalzato dentro le stanze di palazzo San Francesco. <Ho contattato prima alcuni consiglieri comunali attraverso Facebook segnalando la situazione, ma non avendo ricevuto risposta ho dirottato i messaggi al sindaco. Stiamo ancora aspettando> afferma Gabriella Esposito, una residente di viale Stazione, che ha contattato la nostra redazione, cercando di spiegare la difficoltà e la pericolosità di abitare in una strada al buio, non solo quando si percorre il viale a piedi, tornando a casa dal vicino centro storico, ma anche quando bisogna attraversare la strada, tra le più trafficate della città. <Posso capire un eventuale guasto, ma il perdurare per giorni della situazione con i lampioni spenti non è più tollerabile> tuona la Esposito <pensate alle persone o ai turisti che arrivano a Sulmona con il treno: senza bus, senza taxi,  senza marciapiedi decenti e persino senza luce>.  Dalla residenza municipale l’assessore Stefano Goti spiega che le difficoltà per un rapido ripristino della situazione sono dovute al fatto che ci sono due centraline elettriche (quelle che in sostanza comandano diverse zone) con problemi di funzionamento <Stiamo cercando di fare il possibile, ma i lavori non saranno veloci anche perchè il maltempo non ci agevola> ha detto Goti. Dovranno pazientare, dunque, anche i frequentatori di piazza Garibaldi, che segnalano il disagio sul web con scatti fotografici, che immortalano lampioni spenti al calar della sera chiedendosi: <per quanto ancora?>.

piazzagaribaldi