LICEO CLASSICO, RISOLUZIONE APPROVATA IN CONSIGLIO REGIONALE

AGGIORNAMENTO – Ha trovato  il sostegno dei consiglieri di maggioranza e opposizione, su sollecitazione  del consigliere regionale Andrea Gerosolimo, la risoluzione, approvata all’unanimità a palazzo dell’Emiciclo. Lo scopo è quello di impegnare il governatore regionale, Luciano D’Alfonso e la Giunta ad autorizzare l’Ufficio speciale per la ricostruzione e la Provincia, affinchè 4 milioni di euro siano destinati all’adeguamento e al miglioramento sismico dell’edificio sede del liceo classico Ovidio di Sulmona. <Appare improrogabile la necessità di recuperare il liceo classico Ovidio che, storicamente – ha detto Gerosolimo – rappresenta un significativo punto di riferimento della tradizione culturale della Città di Sulmona e dell’intero Centro Abruzzo. Per questo, dopo l’impegno preso dall’assessore Donato Di Matteo a Sulmona, assessore che si è detto pronto a reperire le risorse necessarie, ci è sembrato logico impegnare anche il governatore della Regione D’Alfonso che siamo sicuri, visto la sua confessata passione per il capoluogo peligno, non mancherà di fare la sua parte. Entusiasma, poi, l’attenzione che l’intero consiglio regionale ha riservato alla questione legata al liceo classico Ovidio. Le 23 firme in calce alla risoluzione sono la dimostrazione che esiste una buona politica, quella del fare e di questo ringrazio i colleghi consiglieri che, ne sono certo, insieme a me vigileranno affinchè finalmente il progetto di riapertura della storica sede di piazza XX settembre vada in porto e porti con sé non solo la riapertura della scuola ma anche della biblioteca comunale che custodisce un patrimonio librario di incommensurabile valore composto da ben 40 mila volumi, compresi preziosi incunaboli ovidiani>. L’inagibilità dell’edificio ha costretto circa trecento studenti a sistemarsi presso una sede alternativa individuata prima nell’edificio Mazara, poi nell’ex sede della Croce Rossa e successivamente, ancora, nella scuola di via Mazara.