REPERIRE RISORSE PER IL LICEO CLASSICO: L’IMPEGNO DELL’ ASSESSORE REGIONALE

Reperire le risorse necessarie per far tornare a vivere il Liceo Classico di Sulmona che giace vuoto e inagibile in quel di piazza Venti dal 6 aprile 2009. E’ l’impegno che ha promesso l’assessore regionale ai lavori pubblici, Donato Di Matteo, che questa mattina ha incontrato amministratori comunali e provinciali  su intervento del consigliere regionale sulmonese Andrea Gerosolimo, pronto a presentare una risoluzione in consiglio regionale.  <Sono rimasto favorevolmente colpito da questa scuola che rievoca l’importanza storica di una intera città> ha detto Di Matteo, come si legge in una nota <L’impegno è quello di cercare, d’intesa con la Provincia e con il Comune di Sulmona, la soluzione che salvaguardi gli studenti, il personale docente e non, e far sì che il liceo classico Ovidio torni finalmente ad ospitare i suoi alunni. E’ infatti nostra intenzione fare in modo che proprio nella storica sede di piazza XX settembre riprendano le lezioni. Non è possibile pensare che una struttura qual è quella del liceo classico, possa continuare a restare vuota. Per questo il nostro impegno è quello di reperire le risorse necessarie affinchè la scuola riapra>.  Secondo Gerosolimo <La visita dell’assessore Di Matteo che ringrazio per l’attenzione e la tempestività nel venire a rendersi conto personalmente dello stato dell’arte del liceo classico è solo la prima di una serie di iniziative che vogliamo mettere in campo per garantire non solo all’intera città, ma anche a tutti gli studenti che frequentano “l’Ovidio”, di riappropriarsi della loro  storica scuola. Grazie all’ospitalità della dirigenza dell’edificio Mazara, i liceali hanno trovato accoglienza nelle aule del liceo artistico ma è ora che il liceo classico torni a casa. Per questo, presto presenterò una risoluzione in consiglio regionale, per impegnare la Giunta intera a reperire le risorse necessarie affinchè il liceo classico Ovidio torni a occupare, a Sulmona, quel ruolo da protagonista che gli spetta e che tutta la città attende da ormai cinque anni>. Presenti all’incontro l’assessore comunale Stefano Goti, il consigliere comunale Valerio Giannandrea e la vicepresidente della Provincia Antonella Di Nino