UNA CERIMONIA IN ONORE DI MADRE TERESA DI CALCUTTA

Cerimonia con la celebrazione della Messa il prossimo 5 settembre (ore 18.30) nel piazzale antistante la sede della Croce Rossa in via Sardi a Sulmona nel quinto anniversario dell’inaugurazione della posa della statua che la città dedicò alla Beata Madre Teresa di Calcutta (Agnes Gonxha Bejaxhiu 1910 – 1997), nel giorno della ricorrenza della sua morte. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Insieme per il centro Abruzzo”, guidata da Antonio Ruffini, promotore fin dagli esordi dell’iniziativa. “In un mondo che cambia, nella nostra Città in cui si avvertono segni e tendenze di cambiamenti, Madre Teresa di Calcutta diventa un punto di riferimento per una seria riflessione e un impegno nell’agire” afferma in una nota Ruffini, invitando la cittadinanza a partecipare, spiegando che l’invito ad essere presenti è stato elargito al sindaco Peppino Ranalli e al Vescovo Angelo Spina. “Aumenta la povertà non solo perché manca il lavoro” commenta Riffini, “ma soprattutto perché i cuori si sono inariditi, chiusi nel soggettivismo e nel più esasperato individualismo che si traduce in egoismo.
Per questo motivo è necessario impostare stili di vita nuovi che non seguano le mode”. La piccola grande suora fu ospitata a Sulmona il 21 maggio 1987, accolta da una folla di fedeli giunti da tutto il centro Abruzzo allo stadio Pallozzi, occasione quella in cui le fu conferita all’unanimità la cittadinanza onoraria, per accalamazione di tutti i consiglieri comunali in una seduta straordinaria dell’assise civica all’epoca della Giunta La Civita

La statua statua in marmo alabastrino di colore bianco, simbolo del candore e della semplicità della beata di Calcutta, la cui carattristica costante della sua vita fu l’umiltà, porta la firma dell’artista sulmonese Umberto Malvestuto. Un’opera realizzata al fine di ricordare l’importanza di riscoprire e riappropriarsi dei valori umani di cui Madre Teresa, semplice e umile, con la sua ferma fede in Dio, fu il più grande esempio.