LA PIZZICA DEL SALENTO APRIRA’ IL FESTIVAL DI GIRO DI VENTO

Scaldano i motori quelli di Giro di Vento che tornano al Parco Fluviale Daolio di Sulmona (clicca qui). Ad aprire il festival martedi 30 luglio sarà la pizzica del  Salento suonata dall’Officina Zoè, gruppo nato nella primavera del 1993, dall’unione di alcuni musicisti salentini su idea di Lamberto Probo (voce, tammorra, tamburelli e percussioni varie), Donatello Pisanello (organetto diatonico, chitarra e mandola) e Cinzia Marzo (voce, flauti, tamburello castagnette), con un fondamentale aiuto esterno del regista anglosalentino Edoardo Winspeare.

Il repertorio di Zoè comprende canti di lavoro, canzoni d’amore in dialetto e in griko, canti di protesta e pizziche. Il gruppo vanta numerose partecipazioni ad importanti festival nazionali ed internazionali di musica, quali il Womex a Berlino, il Festival di Villa Ada (Roma, 14 luglio 2007), il Premio Tenco (Sanremo, 2001), il Womad di Peter Gabriel a Palermo, il Festival I suoni delle Dolomiti in Trentino con Baba Sissoko il 25 agosto 2007, la rassegna Voix de femmes a Bruxelles. Ed ancora al Festival Stimmen, in Germania e il Festival dei Popoli a Firenze, oltre che concerti negli Stati Uniti (Los Angeles, 1998), Corea del Sud (Seul, 2006) e Giappone (Tokyo, Nagoya e Kyoto, 8-10 giugno 2007) concerti da cui è stato tratto il cd Live in Japan. Hanno anche collaborato, come autori della colonna sonora, al documentario sui trent’anni dalla dittatura cilena, girato da Marta Vignola, intitolato “Le bende del giaguaro” (2003).

La collaborazione con Edoardo Winspeare ha riguardato tre film: Pizzicata (ambientato nel Salento durante la seconda guerra mondiale), nel quale c’è uno sporadico intervento di Pino Zimba; Sangue Vivo (per il quale l’Officina ha prestato le canzoni dell’album che stava producendo); Il miracolo (per il quale il gruppo ha curato la colonna sonora). Anche qui vi è una partecipazione di Zimba, il quale però già non faceva parte del gruppo. Il film Sangue vivo è il più famoso della triade.

Vanta numerose collaborazioni artistiche in campo teatrale (con Pamela Villoresi, Teatro Argot, Domenico Carli), cinematografico (con Edoardo Winspeare, Pippo Mezzapesa) e musicale (Ominostanco, manipolatore di suoni, Famoudou Don Moye, esponente dell´afrojazz e batterista degli Art Ensemble of Chicago e Baba Sissoko, polistrumentista maliano di fama internazionale). In particolare, la collaborazione con il regista Edoardo Winspeare ha riguardato il film “Pizzicata”. Al film, girato interamente in Salento, Officina Zoè ha contribuito, non solo per la realizzazione della colonna sonora, ma anche con la partecipazione in qualità di attori. Il film ha ottenuto un lusinghiero successo, distribuito e premiato sia in Europa che negli U.S.A. (San Sebastian, Festival di Edimburgo, Parigi – Festival Cinema Latina, New York – Premio N.I.C.E.).

Il Festival è pronto a ripartire alla grande. Il 31 sarà la volta del reggae con la Big Dancehall Reggae (Raina, Dabadub, Adriano Bono) , il 1 agosto DotVibes e Lombroso e il 12 e il 13 agosto, Marta Sui Tubi e Stan Skibby from Usa.