UNA SERATA TIPICAMENTE RINASCIMENTALE

Dal Banchetto rinascimentale del Barone Tabassi arriva l’invito dai sindaci della provincia aquilana all’unione dei territori e alla sinergia Sulmona – Avezzano. E’ stato lo splendido cortile di palazzo dell’Annunziata a fare da cornice alla particolare cena immersa nelle atmosfere cariche di suggestioni e di memorie di epoche remote, curata dall’associazione culturale del Sestiere di Porta Bonomini. Scenografie, costumi, musica, rappresentazioni teatrali, arredi, ricco e ricercato menù: tutto ispirato al Rinascimento per riproporre il clima di una festa vissuta  da una famiglia nobile sulmonese.  Centoventi i convitati che hanno degustato  pietanze tipiche del territorio cucinate secondo antiche ricette  rinascimentali. Tra le sette portate:  minestra “cum grani de più sorte, ceci e zenzero” ai bocconcini di cinghiale, “quaglie roste profumate”, ravioli ripieni di pollo alle spezie in salsa di zucchine e zafferano, dolci,  il tutto innaffiato con vino di Ippocrasso e rossi e  bianchi dell’azienda vitivinicola Pietrantonij. “Abbiamo dovuto rifiutare tante richieste che ci sono pervenute per partecipare al banchetto, abbiamo dovuto dire di no a gruppi di fuori città, come Pescara, ci dispiace tantissimo, purtroppo avevamo già esaurito le prenotazioni” ha affermato il capitano del Sestiere di Porta Bonomini, Angelo Pallozzi. Segno, dunque, che l’interesse per questo tipo di manifestazioni comincia ad uscire dalle antiche mura sulmonesi.  Il banchetto è stato allietato dalle esibizioni di giocolieri ed artisti del fuoco, piacevoli coreografie di danza antica, spettacoli del teatro di ispirazione shaekesperiana,  musiche e canti originali eseguiti dal vivo. All’evento erano presenti il presidente dell’Associazione Giostra Cavalleresca, Domenico Taglieri, il presidente della Fondazione Carispaq, Marco Fanfani, i sindaci di Sulmona, di Avezzano, di Roccaraso, di Bugnara, di Pratola Peligna. Tutti con l’intento di costruire una sinergia. “Ho voluto per la prima volta invitare i sindaci del nostro territorio – ha detto il presidente Taglieri  – compresi sia il sindaco dell’Aquila, il quale però non è potuto essere presente per problemi, ma verrà alla Giostra Cavalleresca di Sulmona, sia il sindaco di Avezzano, venuto qui a testimoniare che questa deve diventare anche un’occasione di amicizia, di unità. I problemi sono gli stessi – ha spiegato Taglieri -il campanilismo non credo possa albergare in questi momenti, ma è importante incontrarsi, capire quali sono i problemi e dare una risposta per risolverli. Anche questo  abbiamo inserito nella Giostra”. Dopo essersi complimentato con gli organizzatori per la bellissima serata ringraziando per l’ospitalità, il primo cittadino avezzanese, Giovanni Di Pangrazio, ha affermato “Sulmona e Avezzano sono due città importanti, due città-territorio, che oggi più di prima devono stare in sinergia. Bisogna creare un ponte di collegamento, una sinergia tale che salvaguardi quei servizi di cui sono state private negli ultimi tempi queste città. Noi sindaci – ha ribadito Di Pangrazio – dobbiamo essere uniti, lasciare da parte le nostre territorialità e fare grande insieme la nostra provincia. Non rimanendo troppo indietro rispetto all’Aquila”. Secondo il sindaco di Sulmona, Peppino Ranalli “non è un caso che i sindaci del territorio siano qui questa sera perchè ritengo che la Giostra Cavalleresca è matura per essere portata a conoscenza di tutta l’Italia. Ma dev’essere condivisa dai territori che ci circondano. L’Amministrazione è al fianco della Giostra, dei Borghi e Sestieri” .

IL FOTO RACCONTO

Tutto è cominciato all’imbrunire, quando si è aperto il portone di palazzo dell’Annunziata e, ad accogliere gli invitati, che hanno fatto il loro ingresso tra ali di musici del sestiere di porta Bonomini, il consigliere comunale Alessandro Lucci, nelle vesti dell’araldo e bravo conduttore dell’intera manifestazione, il quale ha messo in scena un piccolo spettacolo con un altro dei personaggi rinascimentali della serata.

FOTOINVITO3 FOTOINVITO23

Tra una portata e un’altra i convitati sono stati allietati da rappresentazioni teatrali, come pezzi d’ispirazione shakespiriana,

foto3

 

foto5

In questa scena di uno spettacolo teatrale nei panni dell’attore principale il consigliere comunale Fabio Ranalli, il quale si è esibito in diverse rappresentazioni teatrali durante la serata

 

FOTO12

il sindaco di Sulmona

fotobrindisi

tutti in piedi per un brindisi al termine di uno spettacolo

fotobrindisi2

 

FOTOCOPPE FOTOdanzatori

alcuni componenti del corpo di ballo rinascimentale

fotodanzatori2 fotodolci1

Il dolce inserito in una bella ricostruzione di palazzo Tabassi, sede del Sestiere di Porta Bonommini

fotodolciq fotoFUOCO

un momento dell’esibizione degli artisti del fuoco

fotofuoco1 fotoFUOCO5

 

foto FUOCO4 foto foto1 foto1jpg

tra le portate: quaglie “roste profumate”

foto2

FOTOSPETTACCOLOTEATRO

momenti di teatro

fotospettacoli2

ancora una rappresentazione teatrale dagli archi del cortile

 

FOTOtavoli2 fototaglieri fototavoli

fototavoli6 fototavoli9.jpg1

 

foto33fototavoli10 FOTOTAVOLII FOTOtavolo capitani1

i capitani dei borghi e sestieri

FOTO1

il presidente della Giostra insieme ai sindaci di Avezzano e Roccaraso

 

FOTO2 FOTO4 FOTOtavolo

a sinistra il sindaco di Bugnara

fototavolo2

fototavolo3

sindaco di Avezzano



Il tuo commento