LICEO CLASSICO, EX SINDACO “NON E’ COLPA MIA”

Non ci sta l’ex sindaco Fabio Federico a sentir dire che se il liceo Classico Ovidio giace ancora lì chiuso e vuoto da oltre quattro anni è colpa del Comune e replica alle dichiarazioni del presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio Del Corvo,  sul caso bloccato a palazzo San Francesco (clicca qui).   “L’Amministrazione da me guidata ha approvato nel mese di settembre 2012 la delibera di sottoscrizione del protocollo d’intesa con la Provincia per la progettazione ed i lavori di riparazione del Liceo Classico Ovidio” afferma Federico in una nota “La Giunta ha quindi inviato la predetta delibera in commissione consiliare congiunta che avrebbe dovuto valutarla ed inviarla in Consiglio Comunale per la definitiva approvazione, ma la commissione non ha mai esaminato tale proposta né numerosi altri progetti posti all’ordine del giorno” . Federico sostiene: “ricordo, senza tema di smentite, la contrarietà del consigliere Gaetano Pagone alla firma del citato protocollo per problematiche, a suo dire,  relative all’affidamento degli incarichi di progettazione. Ricordo ancora che l’interlocutore per la Provincia , relativamente ai lavori sulle scuole, era l’ingegner Specchio col quale, per motivi che non ricordo, si interruppe improvvisamente l’interlocuzione. Ricordo, invece, perfettamente” aggiunge “che il Comune di Sulmona aveva stanziato in bilancio una somma di denaro dell’ammontare di oltre centomila euro per il finanziamento del protocollo, mentre la Provincia , oggi prodiga di accuse, non stanziò nemmeno un euro, forse a causa dei gravosi impegni per lavori pubblici nel marsicano. Auspico, ora” conclude l’ex sindaco “che il Presidente possa presto riguadagnare la memoria e, più pragmaticamente ed ancor prima, tirare fuori i soldi per il Liceo Classico Ovidio di Sulmona”.