BOTTE ALLA MOGLIE, ARRESTATO 32ENNE A PRATOLA

Aveva picchiato la moglie mentre aveva in braccio la figlioletta di pochi mesi mandandole in ospedale, arrestato a Pratola Peligna questa mattina presto A.K., 32enne di nazionalità albanese. I fatti risalgono allo scorso 20 maggio, quando alcune persone avendo sentito una lite furibonda tra i due coniugi hanno chiamato i carabinieri. Arrivati sul posto i militari della stazione di Pratola Peligna, al comando del Luogotenente Daniele Di Serio, hanno constatato che l’uomo aveva provocato delle lesioni a sua moglie mentre aveva in braccio la figlia di pochi mesi.
Inizialmente i Carabinieri si sono preoccupati di chiamare un’ambulanza del 118 per soccorrere la donna e la bimba condotte poi entrambe alll’ospedale di Sulmona per ulteriori accertamenti e, al termine dei quali, la bimba è stata trattenuta in osservazione con la madre che l’accudiva. I militari hanno portato il giovane in caserma per vagliare da subito la sua posizione penale e, non ricorrendo presupposti per un arresto in fragranza di reato, hanno continuato a raccogliere elementi al fine di meglio valutare le sue responsabilità penali. A conclusione delle indagini i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà K.A.. I militari sono così riusciti a dimostrare la sussistenza di esigenze cautelari nei confronti del giovane nei cui confronti il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sulmona ha ritenuto opportuno applicare una misura cautelare in carcere a seguito di una richiesta nel senso da parte della locale Procura della Repubblica. Il giovane è stato quindi condotto questa mattina presto nel carcere di Sulmona a disposizione dell’autorità giudiziaria che, nei prossimi giorni, sottoporrà il giovane ad interrogatorio di garanzia.