INAUGURATA LA PERSONALE DI PITTURA DI ALFREDO DI BACCO

Taglio del nastro ieri a Sulmona pr la personale di pittura dell’artista Alfredo Di Bacco. Ad ospitare l’esposizione, a cura del critico d’arte Chiara Strozzieri, intitolata “Mondi Salvati”, è l’archivio di Stato (resterà aperta fino al 14 giugno prossimo). L’artista è ormai noto nel panorama nazionale per una ricerca figurativa improntata ai valori estetici classici e per l’adesione, negli anni 80, agli ideali e stili della pittura“colta”, quella che , teorizzata dal critico d’arte Italo Mussa, è stata messa in pratica da un gruppo di pittori amanti del rigore estetico, i quali non disdegnano espressioni surreali e metafisiche.
Nella rassegna sulmonese si ammira una panoramica sull’ultima produzione dell’artista abruzzese basata sull’esibizione di significati allegorici attraverso un uso sapiente dei colori caldi e dell’elemento luce.
Di Bacco sceglie figure mitologiche e le mischia a personaggi comuni del nostro tempo, con riferimenti alle problematiche della realtà odierna. Le tele di colpiscono per il realismo della rappresentazione in un contesto surreale. Immagini misteriose in cui prevalgono cromatismi ombrosi, si alternando a figure di nudo femminile
Nel delineare la sua narrazione visiva l’artista rivela una cultura compositiva tutt’altro che scontata, perché quanto più l’immagine è di fatto leggibile tanto più rimane sfuggente ad una lettura ragionata. In questo è l’originalità del pittore sulmonese che riesce a stupire il più esperto lettore delle sue opere.

 

foto3 foto5 foto6 foto7 foto8 foto1 foto2