FUGA DAL PD, DI CESARE E DE PANFILIS CHIARISCONO LA POSIZIONE

“Nulla ha a che fare con il sostegno alla candidatura del sindaco Peppino Ranalli, a difesa della quale ci siamo spesi da soli, ad onor del vero, quando altri hanno tentato di cancellarla, a dispetto dell’investitura popolare e che a maggior ragione sosteniamo oggi, con l’impegno diretto in una sua lista”. Così in un comunicato oggi Salvatore Di Cesare e Sandro De Panfilis precisano la loro posizione in merito alle dimissioni rassegnate da otto componenti del direttivo, all’indomani di quelle presentate da Teresa Nannarone da vicesegretaria e portavoce del partito.  De Panfilis e Di Cesare tengono a specificare, in seguito a polemiche e dubbi sollevati dalla notizia, che l’adesione al documento di dimissioni di coloro che hanno di dissociarsi dal vertice del pd cittadino “che ha cessato di svolgere le proprie funzioni ormai da tempo” sottolineano nella nota “per quanto ci riguarda, non rappresenta alcuna novità. E’ stata sollecitata e ribadita a sostegno di una posizione critica nei confronti della dirigenza di quel partito che, oggi, viene manifestata anche da altri componenti della stessa (meglio tardi che mai?). Il candidato consigliere Salvatore Di cesare aveva già formalizzato le proprie dimissioni dalla segreteria del Circolo PD con la presentazione nella lista di SEL a sostegno del candidato sindaco Peppino Ranalli.  Sandro De Panfilis, componente del Direttivo, altresì, aveva sostenuto tale iniziativa, a seguito della decisa opposizione manifestata nel corso di una ben nota Assemblea in cui si era tentato di  disconoscere i risultati delle primarie”. la definiscono “una travagliata vicenda che ci ha visto sempre schierati dalla stessa parte, quella di un centrosinistra rispettoso della volontà popolare”.

Available for Amazon Prime