CASE EDITRICI DELLA VALLE PELIGNA AL SALONE DEL LIBRO A TORINO

Le case editrici della Valle Peligna la Salone internazionale del Libro di Torino. L’Abruzzo della cultura e dell’editoria sarà nuovamente presente alla ventiseiesima edizione della famosa kermesse, dal 16 al 20 maggio. Partecipazione da protagonista per l’Abruzzo per la celebrazione della figura di Gabriele D’Annunzio a 150 anni dalla sua nascita, che ha portato la Regione ad organizzare ben 9 manifestazioni dedicate al Vate nel fitto calendario di iniziative dell’editoria abruzzese promosse all’interno del Salone. 47 sono infatti le case editrici dell’Abruzzo che presenteranno la loro produzione editoriale, molte delle quali con eventi culturali all’interno dello spazio espositivo allestito dall’assessorato regionale alle Politiche Culturali e coordinato dall’Agenzia per la Promozione Culturale di Sulmona.
Nutrita anche la partecipazione di Case editrici e di autori del territorio peligno che presenteranno novità editoriali lunedì 20 maggio: STRADEMECUM Toponomastica storica e contemporanea della Città di Sulmona di Fabio Valerio Maiorano (Accademia degli Agghiacciati e Fondazione Silone), ‘NGURDENIZIJE DE SAPE’ Compendio di saggezza popolare di Raffaele Santini (Amaltea Edizioni); LA BELLEZZA
Autori vari (associazione Voci e Scrittura), LA TESSITURA ARTISTICA ABRUZZESE
di Italo Picini (Verdone editore); L’ANGELO DAI RICCIOLI D’ORO
di Mario De Santis (Book sprint edizioni – Premio “Casa Sanremo writers 2013”)
ABBASSO LA MATEMATICA di Bruno Iannamorelli—Prefazione di Bruno D’Amore
(Qualevita) SCRIGNO PREZIOSO di Anonimo di Porta Romana (La Moderna), PANFILO SERAFINI FIGLIO D’ITALIA di Ezio Mattiocco—Deputazione di Storia Patria degli Abruzzi
(Libreria Colacchi Edizioni), FONTANA IAPASSERI
di Ezio Mattiocco (Circolo dei collezionisti), L’ANNUNZIATA DI SULMONA
di Ezio Mattiocco (Editrice Itinerari), Sotto i cartoni Fiabe e racconti ispirati alla tradizione di Maria Antonietta Bafile (Falco editore).
Uno stand ricco di contributi e segni del nostro territorio, ai quali si aggiungono quelli di:Centro Regionale Beni Culturali, Azienda Corfinio-Barattucci, Confetti DiSulmona, i quali esporranno documenti e materiali significativi delle loro attività.