LASCIATI SOLI…COME CANI. UN’ALTRA VOLTA

Abbandonati per la seconda volta in pochi mesi dalle istituzioni. Scampati all’ epidemia di cimurro, ora rischiano di restare senza cibo gli ospiti a quattro zampe del canile comunale di Sulmona. L’instancabile responsabile dell’associazione “Code Felici”, Gabriella Tunno, che gestisce la struttura, torna a lanciare l’allarme, protestando in quanto “da marzo il Comune non paga. Pensano di farmeli morire di fame?”. Non si da per vinta la Tunno, reduce da settimane nere trascorse a far fronte al virus che ha sterminato numerosi cani. Molti sono riusciti a salvarsi grazie alle cure mediche “Ho risolto il problema spendendo 7000 euro per curarli” ha detto Gabriella Tunno, spiegando che a palazzo San Francesco non è stata ancora firmata la determina per i pagamenti del mese scorso. E intanto i cagnolini rischiano di restare a bocca asciutta e pancia vuota. Una situazione non nuova al canile sulmonese, dove non resta che attendere e fare appello alla sensibilità della cittadinanza. Innescata da subito una gara di solidarietà sul social network al fine di racimolare quanti più croccantini possibili per aiutare i cagnolini.