RESIDENTI “NO ALLE ANTENNE SUL NOSTRO PALAZZO”

L’idea di piazzare antenne per la telefonia sul tetto del loro palazzo non piace proprio ai residenti di viale delle Metamorfosi decisi a far sentire la loro voce. L’intenzione sarebbe quella di istallare antenne sulla sommità della cooperativa Ermelinda al civico 33, con un eventuale compenso da parte della società telefonica di circa 60 euro mensili a condominio. Sale il malcontento dei residenti che chiamano a raccolta tutto il vicinato. Pronta, infatti, la petizione da spedire alla residenza comunale, firmata da 150 persone, che, riunite in comitato, non ci stanno a una radio base da sistemare sulle proprie teste. Sul piede di guerra, chiedono con il documento la revoca dell’autorizzazione numero 9 dell’8 aprile scorso che il Comune ha concesso a una  società telefonica. Convinti gli abitanti che i campi elettromagnetici possano avere conseguenze nocive, soprattutto nei bambini, secondo gli effetti riscontrati dalle autorità scientifiche internazionali ancora oggetto di studio. Fanno notare, infatti, che a pochi metri c’è  un asilo nido. Una protesta che monta anche  in vista di una possibile “svalutazione degli immobili posseduti già constatata dalle associazioni di piccoli proprietari immobiliari quali asppi e uppi di Bologna”.

 

Available for Amazon Prime