IL SULMONA PAREGGIA. FESTA RIMANDATA

CON AGGIORNAMENTO  Pareggio a reti bianche al Pallozzi tra Sulmona e Rosetana nel 31° turno del campionato d’Eccellenza. I padroni di casa non vanno oltre lo 0-0 in quella che doveva essere la partita della promozione in Serie D. A rovinare la festa degli ovidiani ci hanno pensato il direttore di gara Casalvieri nel primo tempo e il portiere biancazzurro Cerasi nella ripresa. E’ stata, infatti, una pessima direzione del fischietto avezzanese a condizionare la partita a causa di almeno due limpidi rigori negati ai biancorossi e dal poco utilizo di sanzioni disciplinari verso Mariani V. , autore più volte di entrate violente e ai limiti del regolamento. Partono bene gli ospiti che si presentano con una botta di Mariani L. dai 30 metri non lontana dalla porta di Meo, per poi impegnare severamente l’estremo difensore sulmonese con un’inzuccata di Bizzarri al 23’. Il Sulmona non resta a guardare e tenta con i più attivi Cau e Spigonardi di scardinare la difesa ospite. Il primo episodio incriminato della gara arriva al 26’ quando Fanelli viene agganciato da dietro in area di rigore, ma per l’arbitro non si tratta di un intervento da sanzionare e lascia proseguire il gioco. Il Sulmona spinge, rimane in possesso del pallino del gioco senza correre grossi rischi, ma non riesce a concludere in porta. Nel secondo tempo il ritorno in campo di Scandurra e l’entrata di Esposito danno vita al forcing peligno, senza però portare risultati. Al 56’ Proietti in area non arriva di un soffio a corregge in rete un cross dalla destra, quatto minuti dopo è ancora l’arbitro Casalvieri protagonista in negativo, non vedendo un chiaro tocco di mani in area da parte di Mariani V.  Al 17’ Esposito parte in serpentin, ma il suo rasoterra esce di poco fuori, tre minuti più tardi fa fare bella figura a Cerasi che, con un intervento magistrale, toglie dall’incrocio una bellissima punizione dell’ex Termoli e Andria. Ma la palla gol più importante del match arriva al 23’ : Brack appoggia di testa a Gasperini in area di rigore, ma il centrale del Sulmona non riesce a trovare il tap-in vincente, sparando fuori a portiere battuto. E’ l’ultimo sussulto di una partita giocata a buoni ritmi ma con poche emozioni. La Rosetana strappa un punto d’oro per la salvezza, il Sulmona può vedere il bicchiere mezzo pieno, tenendo conto del fatto che servono quattro punti nelle ultime giornate per la conquista del titolo e, rimanda quindi la festa promozione alla prossima settimana ad Ortona, dove i tre punti consegnerebbero la Serie D agli uomini di mister Mecomonaco.

Valerio Di Fonso

Sulmona: Meo, Aperuta ,Rubicondo, Raccolani (61Scandurra), Gasperini, Brack, Proietti, Calà Campana, Fanelli (53’Esposito), Cau, Spigonardi. All. Mecomonaco A disposizione: Bighencomer, Di Mascio, Marciano, Bernardo, Shipple
Rosetana: Cerasi, Di Gianluca, Repetto, Mattucci, Di Giovanni, Mariani V., Caporaletti (89’Anzidei), Marchegiani, Ragnoli (79’ Di Marco), Mariani L., Bizzari ( 68’ Campanile) All. Brunozzi A disposizione: Merletti,Gridelli,Marini,,Tariquini

Arbitro: Casalvieri (Avezzano) assistenti : Pennese,Sferrella (Pescara)
Ammoniti: Spigonardi (Sulmona); Di Gianluca, Marchegiani, Di Marco (Rosetana)
Note
Spettatori: 600 circa
Angoli: 12-2
Recuperi: 0 pt, 4 st



Il tuo commento