CHIUSURA CASERMA, PDL “COLPA DELL’OPPOSIZIONE DIMISSIONARIA”

Per il Pdl la chiusura della Caserma Battisti (clicca qui) è colpa dell’opposizione dimissionaria e lancia un appello al Commissario prefettizio afffinchè l’esercito resti a Sulmona. Il coordinamento del partito sulmonese di Berlusconi punta il dito contro i consiglieri uscenti di opposizione  di palazzo San Francesco i quali “con le loro dimissioni hanno aperto per l’ennesima volta la strada ad un commissariamento del Comune di Sulmona”. Secondo il  Pdl locale “i primi effetti negativi del vuoto politico-amministrativo creato volutamente dai consiglieri dei gruppi del PD, Rialzati Abruzzo, UDC, Socialisti, Insieme per Lombardo, Sel, IDV, FLI non si sono fatti attendere”. L’annunciata chiusura del presidio militare, secondo il Popolo della Libertà  “per molti anni scongiurata grazie alle pressanti iniziative dalla amministrazione di centro destra di questa città è il primo segnale di come si approfitti della assenza di una amministrazione attiva per spogliare ulteriormente Sulmona ed il territorio di uffici e presenze di strutture pubbliche. Non è certo casuale che la decisione, più volte scongiurata e ritirata, avvenga in questo periodo di forzato vuoto amministrativo” continua nella nota “e la città dovrà dire grazie ai consiglieri comunali di opposizione che hanno favorito con le loro irresponsabili dimissioni tale epilogo. Rivolgiamo un invito all’attuale Commissario Prefettizio affinché si adoperi immediatamente, per in assenza forzata di una amministrazione attiva, con iniziative forti e di sostegno alla causa, affinché il Ministero riveda immediatamente l’adottato provvedimento e consenta la permanenza dell’esercito nella nostra città, che da tempo immemorabile è ad essa vincolata”.



Il tuo commento