RANALLI, IO IL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA

Il candidato del centrosinistra. E’ intenzionato ad andare avanti Peppino Ranalli, non correndo da solo, ma puntando ad allargare la coalizione a tutte le forze vive della città, pronto ad aprire la campagna elettorale la prossima settimana, continuando la strada indicata dalle primarie, criticando quanti vorrebbero scansare il verdetto del popolo che lo aveva scelto candidato sindaco, altrimenti, a detta sua, si provoca disaffezione dei cittadini verso il centrosinistra. “Ritengo molto grave sia per i risvolti locali, sia regionali e finanche nazionali mettere in discussione il risultato delle primarie, come vorrebbe Bruno Di Masci” afferma in una nota, in cui garantisce “Lavorero’ assiduamente, assieme a tutti coloro che hanno partecipato alle primarie, affinchè la vicenda elettorale si svolga nel pieno rispetto del mandato affidatomi dai cittadini, secondo le regole di democrazia , con il loro voto libero e cosciente della necessità del profondo rinnovamento della politica locale. Tenuto conto di questi dati di fatto sono arrivato alla determinazione, condivisa con molti concittadini, di andare avanti con più forza di prima”. E’ palese, ormai, il clima teso e confuso che avvinghia il centrosinistra sulmonese in questo periodo. Viene a galla l’ostilità che da diverso tempo manda in pezzi e spacca quel che resta del Pd locale, tra chi caparbiamente difende il rispetto delle primarie è chi invece non condivide più la scelta di sostenere Ranalli candidato. ” Alcuni esponenti del PD direttamente e indirettamente con il loro irresponsabile comportamento” afferma Ranalli “stanno provocando sconcerto e disaffezione fra i sulmonesi nei confronti della coalizione di centrosinistra, con il maldestro tentativo di rimettere in discussione il risultato delle primarie del 20 gennaio scorso”. E’ convinto che questo tipo di modo di fare tradisce i cittadini che hanno creduto e partecipato alle primarie come strumento democratico di selezione della classe dirigente. “Sono certo” dice “che i Dirigenti Nazionali e Regionali del PD metteranno riparo a questi irresponsabili comportamenti che fra l’altro violano le regole statutarie delle primarie”. Per vincere, nel segno di una nuova politica, “cerchero’ di allargare la coalizione a tutte le forze vive della città da quelle sociali a quelle economiche, dal volontariato ai professionisti e a tutti coloro che vorranno condividere il nostro progetto di rinnovamento radicale, presupposto essenziale per un gestione trasparente della cosa pubblica e per il rilancio della nostra città”.
Si dice certo Ranalli “che la stragrande maggioranza degli elettori del PD, molti dei quali mi stanno manifestando la loro solidarietà, condivideranno il percorso che ci porterà vincitori alle prossime amministrative. Infine, questo il mio impegno prioritario , lotterò con le energie migliori della città, aperto ad ogni contributo di idee e proposte, per battere finalmente una politica fatta di personalismi e compromessi che continua a dimenticare i veri problemi dei Sulmonesi: la crisi del lavoro, l’ospedale e il Tribunale a rischio, la tutela ambientale, la riorganizzazione dei servizi pubblici ed una città ormai a terra. La prossima settimana inaugurerò il Comitato elettorale per iniziare questa battaglia di democrazia e di rinnovamento ed incontrerò i cittadini in una manifestazione pubblica nella Sala del Cinema Pacifico, aprendo la campagna elettorale”.

FOTORANALLI



Il tuo commento