BABY ARTISTA, INAUGURATA LA MOSTRA DI PITTURA

“I colori della gioia”. Esplosioni di asteroidi, astratti cieli stellati, atmosfere fantasiose,  il  violetto, l’arancione, l’azzurro, forme astratte e sfumature cangianti che s’incontrano e s’intersecano compostamente su tela disegnando quella variopinta realtà vista con gli occhi di un bambino di sette anni. E’ stata inaugurata ieri mattina, nei locali del Caseificio Fior D’Abruzzo, la mostra di pittura del baby artista, Alessio Fearraro, che divide con la mamma, Silvia Di Ramio, la passione per l’arte, già dalla tenera età di quattro anni, quando cominciò per la prima volta a tenere i pennelli tra le mani. Atenere a battesimo l’esposizione, che resterà aperta fino al 4 aprile prossimo (orari 10/12, 17/19), il vescovo Angelo Spina, don Eulo Tarullo, Rosanna D’Aurelio, coordinatrice dell’iniziativa promossa dall’imprenditrice Giuseppina Chioccio ed Emiliano Splendore, presidente del Gruppo archeologico Superequano, il quale nell’esaminare l’aspetto tecnico dei quadri, ha ribadito che nonostante la bravuta del bambino, è importante che continui a godersi l’infanzia conducendo la vita da bambino. Sua madre ha raccontato com’è nata la passione per l’arte nel piccolo Alessio, spiegando che da subito la sua spontaneità e la vena artistica hanno preso il sopravvento non appena è stato messo davanti a una tavola per dipingere, dominando bene la superficie, con pennellate, naturalmente, di un bimbo di 4 anni, passando poi all’astratto istintivamente e cominciando negli anni a mostrare una gestualità veloce ed istintiva. Lavoravano insieme, in cui il piccolo imitava la mamma. Le sue opere hanno suscitato la simpatia del famoso critico d’arte Vittorio Sgarbi, il quale ebbe modo di incontrare il baby artista durante una delle sue visite in città, scherzando e guardando i suoi dipinti.



Il tuo commento