TOCCO DA CASAURIA, OPPOSIZIONE “E’ RETORICA SULL’EOLICO”

“Pura retorica. Questa è la lettura che diamo delle parole espresse sui giornali dal sindaco di Tocco dopo aver approvato il regolamento per l’istallazione di nuovi impianti eolici”. Così in una nota il gruppo consiliare  “primavera toccolana”.  “Un regolamento che di strategico non ha proprio nulla” affermano i consiglieri Riziero Zaccagnini  e Vittorio Tarquinio “visto che sull’eolico valgono le linee guida e le normative regionali. Piuttosto, mentre tutta da verificare sarà l’efficacia nell’agevolare i piccoli impianti, certo è che demandando agli uffici le procedure di approvazione di impianti di dimensioni  cospicue (sotto il megawatt di potenza), il regolamento priva di fatto il Consiglio Comunale, e dunque la popolazione, della possibilità di discutere su future pale di grande impatto sul territorio, che meriterebbero come minimo un dibattito pubblico e una decisione d’indirizzo del Consiglio. E’ stata questa una delle proposte presentate sia da noi che dall’altro gruppo di minoranza. Ovviamente, il sindaco non ha accettato di discutere con nessuno. Motivo più che sufficiente per non votare la delibera”. Continuano nella nota “E’ tra l’altro risibile la prosopopea con cui il Sindaco presenta alla stampa il regolamento, considerando che si tratta dello stesso Sindaco che ha portato la raccolta differenziata ad un calo vertiginoso, che ha dovuto attendere la proposta della minoranza per avviare un progetto sul compostaggio domestico e, soprattutto, che in uno dei primi Consigli comunali ha reso facoltativo il regolamento per l’edilizia sostenibile, per il quale ancora due giorni fa Legambiente citava Tocco tra i soli 14 comuni virtuosi d’Abuzzo. Forse Legambiente non si è ancora accorta della deriva che il paese ha preso negli ultimi due anni”





Il tuo commento