ENTUSIASMO PER LA DMC, TANTE ADESIONI. CUORE DEI PARCHI “ECCO PERCHE’ PARTECIPIAMO”

Si respira entusiasmo, sono molte le adesioni per la Dmc, un progetto finalizzato allo sviluppo turistico del Territorio. Ieri un’altra assemblea aperta che ha radunato nei locali dell’hotel meeting moltissimi operatori della valle Peligna, compreso associazioni culturali e sportive, imprenditori, amministratori. Ottimista e soddisfatto Fabio Spinosa Pingue, il quale afferma che sono un’ottantina le manifestazioni di disponibilità, mentre  sessantacinque quelle effettive. Termine ultimo sarà l’8 marzo prossimo. Si tratta di un’iniziativa promossa da Fabbricacultura insieme a Confindustria, Confesercenti, Confagricoltura e Ascom Fidi (clicca qui). Tra loro anche l’associazione “Cuore dei Parchi”, la cui presidente Stefania Tollis, ha spiegato di aver partecipato fin dal primo giorno “con convinzione alle riunioni preparatorie della DMC del Comprensorio Peligno. Gli associati aderiranno singolarmente a tale iniziativa per dare il senso di una maggiore partecipazione alla stessa” continua in una nota Tollis “Se organizzate bene e se si fanno ben funzionare, sono un’ importante opportunita’ di sviluppo economico, nel filone del turismo, specie con l’obiettivo di una internazionalizzazione del nostro comprensorio. Affinche’ tale strumento dia i risultati sperati e’ opportuno, pero’, che una nuova mentalita’ e una nuova cultura della imprenditorialita’ turistica siano adottate dai suoi partecipanti. E’ necessario che si capisca che maggiori saranno gli sforzi per realizzare iniziative collettive e maggiori saranno i risultati che ognuno potra’ portare a suo diretto favore. Quando si vivono stagioni di crisi economiche la migliore medicina e’ la sinergia e la organizzazione collettiva e di iniziative comuni. Sono piu’ facili e meno costose da realizzare e portano risultati generali e quindi per tutti ma anche per ognuna delle aziende interessate. E in questo senso la DMC e’ lo strumento organizzativo e finanziario migliore. Cuore dei parchi” continua Tollis “abbandona ogni forma di egoismo imprenditoriale e partecipa attraverso diversi suoi associati alla DMC con l’augurio che l’esempio sia seguito da altri e che maggiori partecipanti rendano la DMC piu’ forte e più funzionale. Anche se l’adesione alla DMC puo’ sembrare un impegno economico importante, rispetto alla non completa certezza della riuscita della iniziativa, bisogna avere il coraggio di affrontare strade diverse da quelle che le aziende hanno seguito fino ad ora e che hanno dimostrato di non portare a nulla” Aggiunge la presidente che Cuore dei Parchi “opera esclusivamente con aziende direttamente al turismo, ha gia’ fatto propria questa impostazione imprenditoriale rivolgendo il suo sguardo all’intero Abruzzo, tessendo contatti con tutte le realta’ imprenditoriali legate al turismo delle 4 provincie abruzzesi e soprattutto cercando di coniugare gli interessi delle imprese dell’entroterra montano con quelle della costa”.



>