SEGGI CHIUSI, L’AFFLUENZA ALLE URNE

con aggiornamento Stop alle operazioni di voto alle 15, chiusi i 1644 seggi allestiti in Abruzzo, tra cui le 26 sezioni di Sulmona. Comincia lo spoglio delle schede a partire dalle gialle del Senato. Affluenza in calo anche a Sulmona dove la percentuale tocca il 74,60% di contro al 85,19% dei votanti che si erano recati alle urne nella tornata elettorale precedente. Tradotto in numeri: per la Camera hanno votato 14879 aventi diritto, per il Senato 13659 (73.98%). Minore differenza nelle percentuali dell’affluenza a Pratola Peligna: i dati alle 15 di oggi registrano il 76,92% contro il 79,05% del 2008. A Castel di Sangro il 77,74%, mentre cinque anni fa la percentuale toccava l’80,92%.A Campo di Giove ha votato l’80,82% mentre nel 2008 la percentuale era pari a 85,52%

A Roccaraso 75,23% mentre nel 2008 85,21%, a Scanno 67,52% invece nel 2008 85,01%

I dati di ieri sera a Sulmona, Pratola e Castel di Sangro (clicca qui)

 

I NEODICIOTTENNI AL VOTO
Non incerti o disinteressati, come si potrebbe pensare, ma sicuramente emozionati e consapevoli i giovani divenuti maggiorenni in questi giorni. “E’ stata la piuù grande occasione di libertà che io abbia mai avuto” commenta una studentessa di Corfinio, Marta Di Nisio “ho compiuto da poco diciotto anni e ho acquisito il diritto al voto: è una responsabilità che non dev’essere sottovalutata o sminuita”. Alla sua prima esperienza alle urne anche Letizia Susi, liceale di Pettorano sul Gizio, anche lei non svela la sua preferenza, ma racconta: “è stato molto emozionante, ho sentito nelle mani la possibilità di dire la mia. La responsabilità del voto in questo momento così difficile è un passo importante che porta a sentirci finalmente “grandi”. Soddisfatto anche un altro giovane liceale Fitim Horka, residente a Raiano, ma di origini turche, il quale non nasconde l’emozione nello spiegare “ho contribuito a scegliere il mio futuro. Mi interesso abbastanza di politicia, ma adesso in questa bellissima giornata elettorale mi sono sentito per la prima volta grande”.

 



Il tuo commento