CIELO GRIGIO SOPRA LE PRIMARIE BIS

Incertezza e perplessità sembrano incombere sulle primarie bis a Sulmona, come un cielo plumbeo che scansa l’azzurro e minaccia pioggia. Traballa una delle due candidature che finora erano state date quasi per certe,  individuate da “Sulmona Unita”,  per partecipare alla scelta democratica del 17 marzo (clicca qui). Se per Luciano Marinucci l’intenzione di correre per la poltrona di palazzo San Francesco sembra essere determinata, è notizia di questa mattina che potrebbe rinunciare e ritirare la propria disponibilità il professor Fabrizio Politi, ancora in fase di riflessione e valutazione, che sembrerebbe propendere più per un passo indietro. Un forse, dunque, che andrebbe a complicare la situazione dato che domani è il termine ultimo (ore 20 ) per presentare ufficialmente le disponibilità e partecipare alle primarie indette da  Sulmona Democratica insieme a Rialzati Abruzzo, Udc e Psi.  L’idea di “Sulmona Unita” non era blindare le primarie con candidature preconfezionate, nemmeno la sfida a due, ma era quella di aprire alla cittadinanza,  tanto che chiunque, a prescindere dalla propria ideologia o appartenenza politica, potrà dare disponibilità formalmente “purché in linea con i principi stabiliti nella carta d’intenti sottoscritta dalle forze promotrici di questo grande ed innovativo progetto”, come avevano spiegato gli organizzatori. Al momento nessuna indiscrezione che trovi riscontri certi in merito ad altri nomi. Domani, quando l’Italia saprà chi la governerà come deciso dagli elettori ieri e oggi, si scopriranno  tutti gli sfidanti alla corsa per la candidatura a sindaco a Sulmona,  ma non sono escluse sorprese dell’ultimo momento.  Si vedrà, in sostanza, se questa iniziativa avrà suscitato interesse nella cittadinanza stimolata a raccogliere duecento firme per ogni eventuale aspirante sindaco.

g.s.



Il tuo commento