MORTO LO SCIATORE TRAVOLTO DA SLAVINA

AGGIORNAMENTO

E’ stato trovato morto Gerald Damiani, 39enne di Napoli rimasto travolto da una slavina  che si è staccata poco prima delle 14 di oggi   sulle piste dell’Aremogna a Roccaraso. Ad individuare il corpo, purtroppo senza vita, del giovane napoletano è stato il  Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, che, insieme alla Polizia, ai Carabinieri,  ai volontari locali e al personale che gestisce gli impianti di risalita, sono stati impegnati nelle ricerche da subito. Il cadavere è stato avvistato grazie all’arrivo dell’elicottero del Suem 118  decollato dall’aeroporto di Preturo, con lo staff sanitario e il tecnico di elisoccorso del CNSAS, che avvicinandosi alla zona dell’incidente, con lo spostamento dell’aria avrebbe permesso di scansare la neve. L’uomo, secondo le ricostruzioni del Cnsas, stava scendendo, fuori dalla pista segnata, con lo snowboard insieme ad un amico vicino la telecabina nei pressi del “Cucchiaio”. Dopo poche curve il pendio nevoso sotto i suoi piedi si sarebbe staccato travolgendolo e portandolo a valle, finendo ad una decina di metri dalla zona di accumulo. A dare l’allarme è stato il suo amico che è riuscito a scendere alla base degli impianti di risalita.  Questa notte è caduta molta neve che oggi risultava essere pesante. La salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria.  Nella stessa zona due anni fa si verificò una valanga che travolse tre giovani,  tra cui anche un ragazzo di Castel di Sangro. Uno di loro fu trovato ancora vivo sepolto sotto la neve nonostante fossero passate tre ore. Tutti denunciati per disastro colposo per aver provocato la slavina con il loro sci fuoripista. Furono impiegati per le ricerche 150 uomini



Il tuo commento