NOMINE SCRUTATORI, GATTA “RISTABILIRE VERITA'”

Sembra non accennare a placarsi la polemica sulla nomina degli scrutatori a palazzo San Francesco per le prossime politiche del 24 e 25 febbraio. “Credo sia necessario ristabilire la verità dei fatti”  Sostiene oggi Silverio Gatta, capogruppo Sul in Consiglio comunale, ritenendo che il sindaco non direbbe la verità.  “Tutto il centro sinistra ribadisce il carattere discriminatorio e antidemocratico del metodo adottato e non crediamo che la “spartizione “ programmata possa essere  un passaggio che  possa riavvicinare i giovani alla politica” afferma Gatta con forza.  “Nella mattina di sabato, giorno della scelta dei candidati” racconta “ero presente in Comune insieme al consigliere Ranalli ed al consigliere Iannamorelli. Il consigliere Ranalli, come membro supplente è entrato nella stanza del Sindaco dove era riunita la commissione ed ha espresso la sua contrarietà  in merito al metodo della scelta diretta degli scrutatori, ed ha anche chiesto un rinvio per valutare alternative  che non favorissero “amici e compari”. Successivamente” continua “il consigliere Ranalli, dopo aver espresso la sua contrarietà ha abbandonato i lavori della commissione che a maggioranza aveva optato per il metodo ad personam. Pertanto quando il sindaco dice che era d’accordo” asserisce Gatta “anche il centro sinistra dimentica che nella mattina di sabato Ranalli rappresentava in pieno tutta l’opposizione anche se non avesse voluto considerare o visto gli altri consiglieri presenti che si sono espressi all’unisono con Ranalli”

Available for Amazon Prime