TORNA FRANTOLIO E IL CONCORSO DEL MIGLIOR OLIO PELIGNO

SULMONA – “E’ ormai diventata una tradizione dato che Frantolio è giunto alla settima edizione”. Dopo Raiano (2006), Vittorito (2008), Pettorano sul Gizio (2009), Bugnara (2010), Introdacqua (2011) e Prezza (2012) quest’anno il convegno per la promozione dell’olio extravergine di oliva della Valle Peligna, teso ad illustrare le tecniche dell’ovicoltura e le caratteristiche di olive e piant del territorio, nell’ambito della manifestazione Frantolio, si svolgerà a Pacentro, nel convento dei Frati Minori Osservanti, il prossimo 9 febbraio dalle 16.30. Evento presentato questa mattina a palazzo Sardi dal presidente della Comunità Montana Peligna, Antonio Carrara, dalla Valeria Zema, agronoma regionale, e dal vicesindaco di Pacentro De Capite Mancini. Il 2012 ha registrato una scarsa produzione di olio, pari al 75% in meno rispetto al passato, in cui solitamente si contano circa 3500 quintali. La causa è da attribuire ai capricci climatici: le eccessive alte temperature durante il periodo della fioritura e la stagione invernale poco clemente . 42 i partecipanti al concorso per il miglior extravergine della zona, in numero minore rispetto alla precedente edizione. 7 i frantoi concentrati tra Raiano e Vittorito (paesi che vantano la maggior produzione), Introdacqu, Prezza. Le aziende che confezionano, o meglio che imbottigliano il prodotto con l’etichetta sono una quindicina, non molte. “I nostri produttori poi partecipano anche a “Lorolio”, il concorso di Loreto Aprutini più importante d’Abruzzo, e vincono.
La giornata sull’ olivicoltura peligna, in cui saranno premiati i vincitori del concorso “Buon Olio peligno” e verranno illustrati dall’associazione Rustica e Gentile i passi avanti compiuti durante questo percorso, con segnali importanti per il territorio, quest’anno concentrandosi sul consumatore, si aprirà con i saluti del sindaco Salvatore Fiadini e del Presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio Del Corvo.
Ad introdurre la settima edizione, sarà Antonio Carrara, presidente della Comunità Montana Peligna, ente promotore in collaborazione con i comuni del territorio, con l’associazione Rustica e Gentile, l’Arssa e la società bifora amaltea di Raiano. Seguiranno poi gli interventi di Valeria Zema che relazionerà sul’etichettatura dell’olio di oliva, seguita dalla biologa nutrizionista Veronica Pacella che tatterà le proprietà nutrizionali dell’extravergine d’oliva, mentre il medico nutrizionista Antonio Pacella si occuperà del rapporto olio e salute. Il mondo degli olii monovarietali consociati con i prodotti del territorio sarà argomento che tratterà l’agronomo Giuseppe Colantoni. Sarà presente anche Antonio Tucceri, presidente dell’associazione, nata nel dicembre 2008, che riunisce ovicoltori e frantoiani della Valle Peligna con lo scopo istituzionale dello sviluppo e promozione del settore olivicolo del territorio, riuscendo a far arrivare sulle tavole dei ristoranti il prodotto con l’etichetta rustica e gentile. Dopo la cerimonia di conferimento dei premi per chi ha prodotto l’olio miglior 2012, si passerà al momento degustativo con un buffet di prodotti tipici locali a cura delle associazioni locali: dalla pasta fatta in casa con acqua e farina chiamata URRITIJE alla POLTA, piatto contadino composto da fagioli patate e cavoli. Non mancherà la Copeta, il torrone medievale con particolarità pacentrane.
Lo scorso anno al primo posto si classificò l’extravergine dell’ovicoltore Giuseppe Ventresca di Bugnara, bissando il primato del 2010. Il suo extravergine er stato realizzato nel frantoio Della Valle di Prezza, dove erano stati trasformati anche gli altri due olii premiati, quello di Francesco Ponziani di Roccacasale, al secondo posto, seguito dall’olio di Gianfranco Traficante di Sulmona.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *