IL PORTALETTERE NON PASSA A TORRONE, I RESIDENTI PROTESTANO E PREPARANO ESPOSTO IN PROCURA

Preparano una petizione con esposto alla Procura della Repubblica sui disservizi di Poste italiane i cittadini residenti nella frazione di Torrone. “Da quasi un mese il portalettere da queste parti non si vede, è incredibile quello che succede” protestano gli abitanti della frazione, ai confini tra Sulmona e Introdacqua. Il caso più clamoroso e grave è quello della lettera recapitata solo in questi giorni alla famiglia di un giovane che si è spento stroncato da una grave malattia. La lettera della Regione, per comunicare la concessione di un ventilatore polmonare, è stata recapitata ai familiari ad un mese dal decesso del giovane paziente. In alcuni casi sono state consegnate in ritardo anche le bollette del telefono e gli utenti si sono visti privati del servizio per alcuni giorni, sopportando ingiustamente tutti i disagi del caso. L’allarme lanciato dai residenti qualche effetto lo ha sortito. In questi ultimi giorni finalmente sono arrivate a destinazione missive arretrate. Ma il problema non è del tutto risolto e la protesta dei cittadini non si placa. Danni sarebbero già stati fatti e si attende almeno un  chiarimento dell’accaduto da parte di Poste Italiane, per un disservizio che non può passare sotto silenzio.