RICOMPARE IL SIMBOLO DELL’UDC CON MARSILIO, CENTRODESTRA VERSO LA DISTENSIONE

Si vanno distendendo gli animi nel centrodestra dopo gli ultimi scontri e le polemiche che hanno surriscaldato il clima di questi primi giorni di campagna elettorale. Il simbolo dell’Udc torna sui manifesti che annunciano le iniziative elettorali del candidato presidente Marco Marsilio. Il segretario nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa, lo aveva annunciato nella manifestazione di sabato scorso all’hotel Meeting. “Ci stiamo muovendo per ricompattare la coalizione” aveva precisato il leader Udc. “D’ora in avanti entreremo nel vivo della campagna elettorale, chiarendo ai cittadini i nostri obiettivi e programmi per l’Abruzzo ed in particolare per la Valle Peligna, l’Alto Sangro, la Valle Subequana e la Valle Sagittario che sono le comunità che compongono il nostro territorio – ha spiegato Marianna Scoccia, sindaco di Prezza e candidata al consiglio regionale – basta con polemiche e scontri, andiamo al confronto con gli elettori e proseguiamo con il nostro impegno assiduo e indispensabile per dare forza al nostro territorio, verso il traguardo elettorale e poi per concretizzare gli obiettivi di rinascita e sviluppo del Centro Abruzzo”. E proprio ieri a Castel di Sangro Scoccia e l’altro candidato scudocrociato Andrea Liberatore hanno presentato in un incontro pubblico la proposta di realizzare nell’Alto Sangro un centro di formazione e aggiornamento per figure professionali legate all’accoglienza turistica.