DA’ IN ESCANDESCENZA DANNEGGIANDO UN BAR DI RAIANO, 38ENNE FINISCE IN CELLA

Resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e detenzione di sostanze stupefacenti: sono queste le accuse che oggi hanno portato in carcere Domenico Di Berardino, 38 anni, di Raiano, arrestato dai carabinieri in flagranza di reato. Dalle prime ore di questa mattina, senza alcun giustificato motivo, Di Berardino dopo aver lanciato una bottiglia vuota contro la porta di ingresso di un’abitazione, ha prima danneggiato alcuni mobili dell’arredo di un bar e poi la porta di ingresso di un’altra abitazione. I militari subito allertati hanno rintracciato il trentottenne l’arrestato mentre danneggiava la porta. Alla vista dei carabinieri Di Berardino si è dato alla fuga, tentando di sottrarsi all’arresto ma dopo una dura colluttazione con i militari è stato bloccato nelle vicinanze della sua abitazione. Nella successiva perquisizione domiciliare i carabinieri hanno trovato circa 250 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, debitamente sequestrata. L’uomo è ora rinchiuso nel penitenziario sulmonese, a disposizione dell’autorità giudiziaria.