SINDACATI PERPLESSI SU ASSUNZIONI AL COGESA CHIEDONO INCONTRO AI DIRIGENTI

Condividi

I sindacati Cgil, Cisl e Uil perplessi sulle assunzioni che il Cogesa si appresterebbe a compiere chiedono un incontro urgente ai dirigenti della società. Un piano industriale soltanto può giustificare nuove assunzioni di personale al Cogesa. Questa l’obiezione mossa dai sindacati. “La ricerca di una o più figure professionali necessarie a garantire il servizio erogato, si configura preventivamente attraverso l’elaborazione di un Piano Industriale atto a definire progettualità aziendale e obiettivi da raggiungere. A nessuno sfugge che Il Piano Industriale, tra l’altro mai illustrato e né tantomeno consegnato alle organizzazioni sindacali, è tradurre sul territorio la cosiddetta mission aziendale delineata nel Contratto di Servizio stipulato con i Comuni soci. Attraverso l’analisi di questi elementi, dei carichi di lavoro all’interno della stessa organizzazione del lavoro, nonché attraverso la preventiva verifica delle coperture economiche, l’Azienda ricerca le particolari figure professionali necessarie al raggiungimento degli obiettivi. Questo produce nell’immediato due risultati: la certezza da parte dell’azienda di doversi necessariamente avvalere di quelle determinate figure professionali e la certezza per il vincitore di concorso di essere assunto con un contratto a tempo indeterminato, col giusto livello di inquadramento, con la giusta ed esclusiva posizione all’interno dell’Organigramma Aziendale” affermano i sindacati. “Al contrario, la presa di servizio attraverso una graduatoria che non esplicita una eventuale assunzione a tempo determinato o indeterminato potrebbe generare al lavoratore soltanto aspettative di stabilizzazione che, qualora non si dovessero concretizzare, potrebbero esporre l’azienda ad eventuali contenziosi” avvertono Cgil, Cisl e Uil. E data la totale partecipazione pubblica di Cogesa i sindacati ritengono che sia compito delle parti prevenire qualsivoglia vertenza al fine di mettere al riparo l’Azienda da probabili esborsi di denaro pubblico.

Condividi