IL CENTRO ABRUZZO APPLAUDE A GRAVINA PRESIDENTE DELLA FEDERCALCIO

Condividi

E’ stato un plebiscito il voto che ha portato alla presidenza della Federcalcio, Gabriele Gravina, sulmonese di adozione e già presidente del Castel di Sangro calcio, negli anni del “miracolo” della promozione in B. Da tutta la regione ed in particolare e dal Centro Abruzzo è un coro unanime di congratulazioni e auguri al neoeletto presidente della Federcalcio. Al primo turno Gravina, candidato unico al vertice della Figc, ha sbaragliato il campo. Tutto è accaduto poco dopo le 14 di una giornata che negli ambienti della Federcalcio viene già ritenuta una giornata storica. Tutti infatti auspicano che questa elezione rappresenterà una svolta per il calcio italiano. Gravina è il quarantaduesimo presidente della Figc con il 97,2% dei voti, un risultato che non ha precedenti nella storia delle elezioni della Federcalcio. “Ringrazio tutti, per il sostegno umano ed il supporto di idee. Grazie per la fiducia, con voi voglio cambiare verso e direzione al calcio” queste le dichiarazioni rese a caldo del nuovo presidente Figc. “E’ il completamento di un percorso umano e sportivo” ha sottolineato. “Ora per realizzare un progetto che molti hanno definito ambizioso serve la collaborazione di tutti” ha concluso Gravina. Le prime reazioni vengono dai sindaci di Sulmona e Pratola Peligna e dal presidente della Provincia e sindaco di Castel di Sangro, Angelo Caruso. Come pure dall’assessore regionale Silvio Paolucci e dal presidente del Consiglio comunale, Katia Di Marzio. “Porgo le mie congratulazioni e i più sinceri auguri di buon lavoro a Gabriele Gravina, eletto oggi presidente della Figc” sottolinea l’assessore regionale allo sport Paolucci, rimarcando come “la passione con cui il neo presidente ha portato avanti nel tempo i suoi progetti, a partire dal ‘miracolo del Castel di Sangro’ con cui ha dimostrato la sua caparbietà nel perseguire obiettivi per molti impensabili, sia la migliore garanzia per quel nuovo corso del calcio italiano che ha detto di voler rilanciare”. Paolucci auspica che i futuri progetti di Gravina – che pur essendo originario della provincia di Taranto, vive da anni in Abruzzo – guardino soprattutto ai più giovani, “con i quali il presidente – conclude l’assessore – ha sempre avuto un rapporto speciale”. “E’ con grande orgoglio che esprimo le più sentite congratulazioni e i migliori auguri di buon lavoro a nome mio, dell’amministrazione comunale e dell’intera città di Sulmona a Gabriele Gravina” dice il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini. “E’ un importante e giusto riconoscimento che premia l’impegno di un uomo che si è sempre distinto per professionalità, passione sportiva, serietà e correttezza nella sua carriera a servizio del calcio, senza mai dimenticare il suo forte attaccamento per il nostro territorio. Sono certa che saprà assolvere a questo prestigioso incarico con la stessa competenza e la stessa umanità che lo hanno sempre caratterizzato, rappresentando una svolta per il calcio italiano e portando avanti un processo di rinnovamento e di rilancio per questa popolare e importante disciplina facendo leva sui sani valori propri dello sport”. “Un riconoscimento importante che premia l’impegno di un uomo che si è sempre distinto per dedizione e passione al mondo dello sport, uomo rispettoso delle regole che saprà interpretare al meglio i valori dello sport, perché quei sani valori gli sono innati – sottolinea Di Marzio –  Certamente saprà ricoprire questo ruolo istituzionale con sicura competenza e responsabilità, nell’interesse del calcio italiano e dello sport in generale. Al presidente Gravina i miei auguri e quelli dell’intero Consiglio Comunale della città di Sulmona”. “Rappresentando i sentimenti della città di Castel di Sangro ma anche dell’intera Provincia dell’Aquila, esprimo grande emozione e viva soddisfazione per il risultato raggiunto da Gabriele Gravina – dichiara Caruso – Il calcio italiano, in un momento certamente difficile, si affida ad un uomo che per questo sport ha scritto pagine di storia, prima alla guida del Castel di Sangro portato dalla Seconda Categoria alla serie B, poi con la Nazionale Italiana Under 21, per finire alla presidenza della Lega Pro; ma sarebbero davvero tanti altri gli incarichi da citare ricoperti non solo nel mondo dello sport”. “All’amico Gabriele l’augurio sincero di regalare agli sportivi italiani le stesse gioie che è riuscito a dare ai tifosi castellani, con la certezza che l’intero movimento non avrebbe potuto compiere scelta migliore” conclude il sindaco di Castel di Sangro e presidente della Provincia. “Esprimo la mia gioia e faccio i più sentiti complimenti a Gabriele Gravina. Questa elezione è il riconoscimento alle qualità umane e professionali di un dirigente che ha saputo sempre caratterizzare il suo percorso con serietà e competenza indiscutibili” è il messaggio del sindaco di Pratola Peligna, Antonella Di Nino. “Gravina ha dato lustro al nostro territorio costruendo il miracolo del Castel di Sangro e arricchendolo sempre con la sua presenza lineare, composta e di valore. Sono certa che con le sue proposte innovative, che contemplano tra le altre cose la valorizzazione del calcio giovanile e l’organizzazione in Italia degli Europei del 2028, saprà rilanciare il sistema calcio facendolo diventare un modello di efficienza e funzionalità che estenderà i suoi benefici anche in altri settori. A nome della comunità di Pratola Peligna gli formulo gli auguri di un buon lavoro” conclude Di Nino.

Condividi